NAMIBIA self drive

La Namibia è un paese affascinante e sconfinato, dove la natura maestosa offre paesaggi che rimangono scolpiti per sempre nel cuore. Con questo viaggio vi porteremo nei luoghi “simbolo” e negli angoli più remoti, guidando in libertà i nostri fuoristrada. In compagnia di GIOVANNI MICELI

MANDA RICHIESTA
10 - 25 agosto 3.790 €
selfdriveNAMIBIA
La magia della Natura selvaggia
dal 10 al 25 agosto
quota base 3.790 euro a persona

in compagnia di Giovanni Miceli

 
La Namibia è un paese affascinante e sconfinato, dove la natura maestosa offre paesaggi che rimangono scolpiti per sempre nel cuore. Con questo viaggio vi porteremo nei luoghi “simbolo” e negli angoli più remoti, guidando in libertà i nostri fuoristrada. Viaggeremo attraverso il deserto del Namib, tra le rosse dune di Sossusvlei, nella savana selvaggia del Damaraland fino al parco di Etosha con i suoi mille incontri e con la fauna selvatica. Incontreremo gli Himba, fantastica popolazione che vive a cavallo tra le tradizioni e la modernità. Arriveremo fino alla imponente costa atlantica, dove le dune si gettano a picco nel mare e dove le nebbie hanno trasformato la Skeleton Coast in un cimitero di navi. Un luogo unico nel quale si percepisce chiaramente la potenza della natura.
Questo viaggio ci porterà a conoscere un’Africa meravigliosa e ad incontrare la mitica fauna selvaggia composta dai grandi felini, zebre, gnu, gazzelle e non ultimo l’elefante del deserto.
Albe e tramonti suggestivi saranno il nostro pane quotidiano.
Porteremo a casa una valigia di emozioni, esperienze e ricordi indelebili!

“La saggezza è come un baobab, nessun singolo individuo può abbracciarla.” (proverbio africano)
VOLI Lufthansa da Milano Malpensa
10 AGOSTO Malpensa - Francoforte  18.50 - 20.05  
10 AGOSTO Francoforte - Windhoek  21.55 - 08.00 +1  
24 AGOSTO Windhoek - Francoforte  19.00 - 05.35  
25 AGOSTO Francoforte - Malpensa  07.05 - 08.15  

LODGES e CAMPI
WINDHOEK – Terra Africa Guesthouse
SESRIEM – Desert Camp
SWAKOPMUND – Atlantic Villa
TWYFELFONTEIN – Twyfelfontein Country Lodge
PALMWAG – Palmwag Lodge Gondwana Collection
EPUPA FALLS – Epupa Falls Lodge
ETOSHA WEST – Dolomite Camp
ETOSHA SOUTH - Okaukuejo Rest Camp
QUOTA COMPRENDE
Volo aereo da Milano a Windhoek
Assicurazione medico bagaglio
Pernottamento in camera doppia nelle strutture indicate
Trattamento come indicato (vedi note allegate al DAYbyDAY)
Noleggio vetture Toyota double cab o similare con assicurazione
4 viaggiatori per auto, autista incluso
Accompagnatore dall’Italia con minimo 12 iscritti
Trasferimenti aeroportuali
Kolmanskop photo permit
Escursione full day a Sandwich Harbour
Game drive pomeridiano a Palmwag
Escursione villaggi Himba

QUOTA NON COMPRENDE
Tasse aeroportuali e fuel surcharge 170 euro
Assicurazione annullamento viaggio 110 euro
Entrate nei parchi
Carburante e lubrificanti
Danni alla vettura per negligenza
Escursioni e attività non indicate nel programma
Spese di natura personale e tutto quanto non indicato ne “la quota comprende”

SUPPLEMENTI
3 partecipanti per auto 200 euro a persona
2 partecipanti per auto 585 euro a persona
Supplemento camera singola 380 euro

SUPPLEMENTI PER PARTENZE DI GRUPPO
Il viaggio viene accompagnato da nostro Tour Leader dall’Italia al raggiungimento di minimo 12 partecipanti. La partenza, ove non diversamente indicato, può essere garantita anche con un minor numero di iscritti, considerando un supplemento che vi verrà indicato prima della sottoscrizione del contratto.

1° GIORNO 10 agosto volo ITALIA - WINDHOEK
Partenza con volo di linea alle 18.50 con Lufthansa, pernottamento a bordo

2° GIORNO 11 agosto arrivo a WINDHOEK
Accoglienza in aeroporto da parte dell’incaricato dell’autonoleggio. Ritiro del fuoristrada e sistemazione in hotel. Il resto della giornata è libero per rilassarsi dopo il lungo volo.
Windhoek è la capitale del paese e vanta un interessante mix di edifici storici e moderni, dai quali si evidenzia l’eredità coloniale tedesca.
Trattamento di pernottamento e prima colazione al Terra Africa Guesthouse.

Dal 3° e 4°GIORNO 12 e 13 agosto WINDHOEK – NAMIB DESERT – SESRIEM AREA
350 km di cui 90 asfaltati oppure 300 km sterrati via Kupferberg (panoramici ma più impegnativi) – circa 5 ore
Il viaggio comincia in direzione del Sesriem Canyon, un profondo abisso scavato tra le rocce dalla forza dell’acqua. La nostra meta finale è invece tra le più ambite di tutta la Namibia: il mitico Deserto del Namib, il più antico al mondo, che si estende per 400 km di lunghezza e 120 di larghezza. Percorrendo pochi km da Sesriem si raggiungono le famose dune di Sossusvlei, rosse e maestose, alla cui base a volte si forma il “lago morto” di Deadvlei che potremo ammirare dai 200 metri di altezza della Duna 45.
Trattamento di mezza pensione al Desert Camp (2 notti)

5° e 6° GIORNO 14 e 15 agosto NAMIB DESERT – SWAKOPMUND
390 km sterrati – circa 7 ore (via Namib Naukluft Park)
Proseguiamo verso nord per una tappa lunga ma con un paesaggio molto vario, attraverso il deserto del Namib per terminare sulla costa atlantica. Lungo le piste potremo incontrare gruppi di gazzelle, zebre e struzzi. Arrivo in serata a Swakopmund, caratteristica cittadina costruita in perfetto stile tedesco e considerata lo snodo turistico più importante della zona della Skeleton Coast.  
Un’intera giornata sarà dedicata all’escursione di Sandwich Harbour, a sud della Walvis Bay. Qui le imponenti dune si tuffano direttamente nell’oceano creando un paesaggio di grande fascino, dove vivono migliaia di fenicotteri rosa, cormorani, pellicani.
Trattamento di pernottamento e prima colazione ad Atlantic Villa (2 notti)

7° GIORNO 16 agosto SWAKOPMUND – CAPE CROSS – TWYFELFONTEIN
400 km di cui 240 sterrati – circa 7 ore includendo la sosta a Cape Cross
Procedendo lungo la costa raggiungeremo il promontorio di Cape Cross, dove vive stabilmente una grande colonia di otarie. L’incontro con questi simpatici animali è davvero emozionante.
Si lascia poi la costa per addentrarsi nella regione del Damaraland, una grande area montagnosa e arida. Costeggiando gli alti monti Brandberg raggiungeremo il sito di Twyfelfontein, il cui nome significa “la sorgente insicura”. Qui vedremo magnifiche incisioni rupestri in oltre 30 siti sacri, risalenti a circa 6000 anni fa.
Trattamento di mezza pensione al Twyfelfontein Country Lodge

8° GIORNO 17 agosto TWYFELFONTEIN – PALMWAG
110 km sterrati -    circa 2 ore
Siamo nella regione del Damaraland, tra le più emozionanti di tutto il paese. Palmwag, in particolare, è una riserva naturale adagiata tra colline rosse costellate dalla presenza di enormi pietre, tutte misteriosamente della stessa dimensione. Nel pomeriggio è previsto un “nature drive” nella riserva, con la speranza di incontrare gli elefanti del deserto.
Trattamento di mezza pensione al Palmwag Lodge Gondwana Collection

9° GIORNO 18 agosto PALMWAG – EPUPA
420 km sterrati – circa 7 ore
Suggeriamo di partire piuttosto presto al mattino per essere nella zona di Epupa nel primo pomeriggio. Siamo nella terra dei popoli Damara ed Herero: i primi erano originariamente semi – nomadi mentre i secondi sono da sempre legati al loro bestiame. Giungendo alle cascate Epupa non si può non ammirare la bellezza del fiume Kunene che si apre a ventaglio e si getta nella valle con una turbolenta serie di cascate grandi e piccole.
Trattamento di mezza pensione all’Epupa Falls Lodge

10° GIORNO 19 agosto EPUPA
Oggi la nostra giornata sarà dedicato all’incontro con il popolo Himba. Il nord della Namibia ed il sud dell’Angola, divise da un lungo tratto del fiume Kunene, sono le terre in cui vive questa popolazione arcaica di allevatori e raccoglitori, gli ultimi “pellerossa” d’Africa. Il loro nome, letteralmente significa “coloro che chiedono le cose”, discendono da un gruppo di pastori Herero che nel secolo scorso furono cacciati dai guerrieri Nama, e così fuggirono nell’allora remoto nord-ovest del paese, dove continuarono la loro vita semi nomade allevando principalmente pecore e capre. Gli Himba continuano a rifuggire dalla modernità, ed è significativo il fatto che neppure i missionari siano mai riusciti a convincere le donne a coprirsi il petto, come invece è avvenuto in altri casi altrove. Tutto ciò ha permesso loro di mantenere l’inconfondibile abbigliamento: una minigonna con più strati di pelle di capra e in ornamenti costituiti da conchiglie, pelle e ferro rivestito di ocra e fango. Le donne hanno anche l’usanza di distribuire sui capelli intrecciati e sulla pelle, una sorta di maschera di bellezza, ottenuta mescolando burro, cenere e ocra, che ha lo scopo di mantenerle giovani, nonché al riparo dal sole e dagli insetti. E’ possibile acquistare farina, zucchero o generi alimentari che sono sempre utili, nel supermercato della stazione di servizio di Opuwo, e farne omaggio al capo villaggio. L’incontro con loro è sempre una bellissima emozione.
Trattamento di mezza pensione all’Epupa Falls Lodge

11° GIORNO 20 agosto EPUPA – ETOSHA NATIONAL PARK – Galton Gate
380 km di cui 180 sterrati – circa 3 ore fino a Opuwo + 2 ore fino al Galton Gate                                                    
Creato nel 1907, il Parco Etosha è uno dei primi parchi sorti per la protezione della fauna e della   flora e, all'origine, comprendeva una fascia di territorio fino alla Skeleton Coast. Attualmente la riserva copre una superficie di 22.570 kmq (circa come quella dell’intero Piemonte), il cui centro è costituito dal "pan", bacino perfettamente piano, lungo un centinaio di chilometri e largo una quarantina. Il pan era, nei tempi remoti, un lago collegato al sistema del fiume Kunene, ma ora è secco e presenta una superficie di argilla e sale. Paradossalmente questa nudità biancastra offre protezione agli animali più vulnerabili visto che l'assenza di vegetazione non lascia nascondigli ai pericolosi predatori. Un parco diverso ed estremamente “fotogenico” sia per i paesaggi sia per la fauna: seguendo piste in terra battuta si va alla ricerca di gruppi di elefanti raccolti attorno alle pozze d'acqua, di branchi di erbivori in perenne movimento fra i boschetti di acacie, di giraffe, di felini. La scarsità dei bacini d'acqua rende necessario un curioso rispetto per la gerarchia degli animali che si abbeverano, in ordine di importanza: elefanti, predatori, erbivori e poi volatili. Giornata dedicata alla scoperta del parco, a bordo del nostro mezzo
Trattamento di pernottamento e prima colazione al Dolomite Camp

12° e 13° GIORNO 21 e 22 agosto ETOSHA
In questi due giorni ci spostiamo nella parte sud del parco, l’ingresso è quello di Andresson’s Gate. All’interno del parco si può tranquillamente girare con il proprio veicolo, rispettando i limiti di velocità e le regole indispensabili per la sicurezza. Con un po’ di fortuna potremo avvistare elefanti, giraffe, zebre, gnu e impala. Un po’ più schivi sono i grandi predatori come leoni, ghepardi e iene. Avremo però la fortuna di pernottare all’interno del parco. Al tramonto quindi potremo ammirare i molti animali che si abbeverano alla pozza d’acqua creata vicino al nostro campo.
Trattamento di pernottamento e prima colazione al Okaukuejo Rest Camp (2 notti)

14° GIORNO 23 agosto ETOSHA NATIONAL PARK – WINDHOEK
480 km asfaltati – circa 5 ore
Giornata dedicata al ritorno a Windhoek, dove si pernotterà.
La città non è grande ed il centro è piacevole, pulito ed ordinato. Passeggiare per la città risulta estremamente piacevole. Si può scegliere di dedicarsi allo shopping, visitando il Namibian Craft Center che offre una serie di prodotti locali interessanti e con ottimi prezzi, aiutando così l’economia locale.
Trattamento di pernottamento e prima colazione al terra Africa Guesthouse

15° GIORNO 24 agosto WINDHOEK – VOLO DI RITORNO
Il nostro viaggio è giunto al suo epilogo. La vettura dovrà essere riconsegnata in aeroporto intorno alle 15.00, avremo dunque la mattinata a disposizione per un relax prima del volo di rientro che partirà intorno alle 19.00.

16° GIORNO 25 agosto ARRIVO IN ITALIA
Arrivo allo scalo di Francoforte in primissima mattina e volo di coincidenza su Milano Malpensa.

VOLI AEREI per i voli internazionali disponiamo di una franchigia bagaglio di 30 kg + 7 a mano.

VISTI per viaggi di durata minore di 90 giorni non è previsto alcun tipo di visto. Faremo solo l’immigration in arrivo in aeroporto.

COVID dal 15 marzo 2022 il governo namibiano ha rimosso tutte le restrizioni per l’ingresso nel paese.

VACCINAZIONI nessuna vaccinazione è obbligatoria. Consigliamo di consultare il proprio medico o l'ufficio d'igiene sulla necessità di effettuare vaccinazioni o profilassi del caso.

MEDICINE medicinali abituali d’uso corrente tipo pronto soccorso: disinfettanti intestinali, antidiarroici, fermenti lattici, aspirine, antidolorifici, antibiotici, cerotti, disinfettante, garze sterili, cerotti da sutura. Medicinali salvavita per uso personale. Amuchina per detergersi le mani (salviettine o liquida), repellenti per insetti, crema antistaminica, crema solare.

ABBIGLIAMENTO consigliato un abbigliamento leggero e comodo: pantaloni di cotone, camicie e magliette (meglio con maniche lunghe), una felpa o un pullover (necessario per l'aria condizionata negli alberghi e in aeroporto). Scarpe da trekking comode, in più sandali e ciabatte infradito. Prevedere anche dei capi pesanti per quando cala il sole, visto che siamo nell’inverno australe la temperatura può scendere di molti gradi durante la notte. Evitare vestiti di colore blu, poiché attirano maggiormente le mosche.

COMUNICAZIONI Vi verrà fornita una SIM namibiana al vostro arrivo a Windhoek. Il Wifi è presente in tutti lodges dove soggiorneremo.

FUSO ORARIO 1 ore di differenza tra l’Italia e la Namibia solo da ottobre a marzo, il resto dell’anno stesso orario

VALUTA Il cambio, al 20 dicembre 2022, è pari a 1 euro = 17,5 NAD (dollari namibiani). Sarà possibile cambiare in valuta locale nelle banche di tutte le cittadine. Da tener presente che poche stazioni di rifornimento accettano le carte di credito, conviene sempre avere con sé una buona scorta di contanti.

CLIMA Il clima della Namibia è generalmente secco e piacevole tutto l’anno. Da giugno ad agosto le temperature scendono e le notti si raffreddano, mantenendosi invece fresche durante il giorno, intorno ai 25 gradi. Il periodo dell’inverno australe è di solito molto secco con pochissime precipitazioni: questo permette di avvistare gli animali con più facilità, essendo molto più ristrette le zone dove si trova l’acqua.

TRASFERIMENTI Ci sposteremo con i nostri mezzi 4x4, su strade asfaltate e sterrate ma in ottime condizioni. In Namibia si guida a sinistra e tutti i cartelli stradali sono in inglese. Tutte le località sono ben segnalate e spesso vi è una sola strada da percorrere. Il limite di velocità è di 60 km/h nei centri urbani, 120 km/h su asfalto e 100 km/h su strada sterrata. Per guidare un mezzo a noleggio è richiesta la patente internazionale, ottenibile in Italia prima della partenza.

CUCINA E BEVANDE il cibo namibiano ha parecchie similarità con quello europeo. Troveremo sempre grande varietà di carni ma anche molta verdura, il pesce sarà disponibile nelle aree costiere. Per i pranzi lungo la strada suggeriamo di rifornirsi in anticipo nei supermercati locali, dove si trova buona varietà. Infatti in alcune aree non sono presenti ristoranti di nessun tipo.

ACQUISTI presso le aree di sosta, i lodges o in corrispondenza dei villaggi locali si possono fare ottimi acquisti di artigianato locale. Nelle città ci sono centri commerciali e negozi di souvenir per tutti i gusti.

ELETTRICITA’ le prese in Namibia sono di tipo M, è quindi necessario dotarsi di adattatori.

FOTOGRAFIA E VIDEO Possibilità di acquistare Schede SD e altro materiale fotografico, consigliamo di portare comunque dall’Italia tutto il necessario. Utile eventualmente anche un power bank, da utilizzare per le esigenze di ricarica durante la giornata.
 
Qui di seguito una serie di informazioni ed avvertenze:
•    Parchi Nazionali: i cancelli rimangono chiusi dal tramonto all’alba. All’ingresso è necessario compilare un documento che spiega le regole del Parco alle quali bisogna attenersi.
•    Durante gli spostamenti non è possibile fermarsi a pranzare nei ristoranti (assenti in diverse zone), se non nelle città. È consigliabile quindi organizzarsi comprando qualcosa nei tanti minimarket che si trovano lungo il percorso, oppure farsi preparare un lunch pack dal lodge dove soggiornate, avvisando entro la sera prima della partenza. In molti casi riuscirete ad essere al lodge prenotato entro l’ora di pranzo e in questo caso, se non già compreso nella quota, potrete pagare direttamente il pasto in questione.
•    Nelle città principali abbiamo lasciato volutamente i pasti liberi, in modo da poter scegliere uno dei tanti ristoranti presenti in queste località. Il costo medio per pasto è di 350 NAD (circa 18€)
•    Per i pranzi lungo i trasferimenti, in ogni distributore di benzina è possibile trovare pane fresco, biscotti, gelati, yogurt, affettati ed altro in modo da organizzarsi autonomamente per il pranzo considerando circa 90 - 100 NAD (5-6€).
•    I permessi per visitare Sossusvlei ed entrare nel Namib Naukluft Park possono essere ottenuti a Sesriem (all’ingresso del Parco) o a Swakopmund.
•    È obbligatoria la patente internazionale. L’età minima richiesta per la guida di una vettura varia a seconda delle società di noleggio; in ogni caso il minimo è 23 anni (in alcuni casi 25) e quella massima in genere è di 70 anni. Se invece sarete solo passeggeri non serve patente
•    Al momento del ritiro del veicolo è richiesta una carta di credito (non American Express o prepagate) a copertura di eventuali danni e/o franchigie se previste da contratto
•    In alcuni casi è prevista una franchigia relativa ad eventuali danni causati al veicolo. Viene pertanto utilizzata la carta di credito a copertura dell’importo previsto, che ovviamente non verrà incassato restituendo la vettura senza danni. Anche in questo caso tutte le informazioni in merito sono indicate sulle condizioni da contratto delle società di noleggio, che firmerete al momento del ritiro del mezzo
•    Nel preventivo è sempre inclusa la seconda ruota di scorta.
•    il prezzo della benzina in Namibia oscilla parecchio, in alta stagione costa intorno ai 12/13 NAD (0.75€) al litro. Per quanto riguarda il pagamento della benzina, non tutti i distributori accettano la carta di credito (soprattutto nei piccoli centri), è opportuno e suggerito quindi avere dei contanti da destinare al pagamento.
•    Entrate ai parchi: variano da parco a parco, e oltre alle persone, si paga anche per il veicolo. Per dare un’idea dei costi andiamo da 200 a 250 NAD (12-15€) per persona al giorno, e per i veicoli si paga 50 NAD (3 €)

1 - PENALI DI ANNULLAMENTO
Nessun rimborso sarà accordato a chi non si presenterà alla partenza o rinuncerà durante lo svolgimento del viaggio stesso. Così pure nessun rimborso spetterà a chi non potesse effettuare il viaggio per mancanza, invalidità o inesattezza dei previsti documenti personali per l’espatrio.
Rimarranno sempre a carico del viaggiatore il costo individuale di gestione pratica, il corrispettivo di coperture assicurative ed altri servizi eventualmente già resi.

Il calcolo dei giorni per l’applicazione delle penali di annullamento inizia il giorno successivo alla data di comunicazione della cancellazione e non include il giorno della partenza.
PENALI DI ANNULLAMENTO standard
25% della quota fino a 90 gg di calendario prima della partenza
50% della quota da 89 a 60 gg di calendario prima della partenza
90% della quota da 59 a 30 gg di calendario prima della partenza
100% della quota dopo tali termini

Oltre alle previste penali di cancellazione sarà addebitato un importo fisso di 50 euro per la gestione pratica “rinuncia al viaggio”.

Le penali applicate a noi dai singoli fornitori potrebbero in alcuni casi eccedere le “PENALI ANNULLAMENTO standard”. Queste specifiche sono comunicabili, su richiesta, al momento della stipula del contratto di viaggio.

Al momento dell’iscrizione al viaggio sarà possibile stipulare una polizza assicurativa (facoltativa) contro le penali derivanti dalla rinuncia alla partecipazione al viaggio stesso, secondo le condizioni generali previste dalla polizza della Compagnia di Assicurazione scelta. Le condizioni della polizza sono consultabili sul nostro sito e vi verranno inviate via mail.

2 - VOLI AEREI – specifiche
L’orario dei voli è soggetto a riconferma e suscettibile di cambiamenti operativi anche senza congruo preavviso. La quota di partecipazione al viaggio è stata calcolata includendo il costo del volo con la miglior tariffa disponibile in classe Economy al momento della stesura del programma. Eventuali supplementi tariffari, ove necessari, verranno comunicati in fase di preventivo precedentemente alla stipula del contratto

3 - ADEGUAMENTO VALUTARIO E COSTO CARBURANTE
Il prezzo del pacchetto turistico è indicato nel contratto firmato dal partecipante. Esso può essere modificato fino a 21 giorni precedenti la data di partenza e soltanto a seguito di variazione di:
- Costi di trasporto, incluso il costo del carburante.
- Tassi di cambio applicati al pacchetto in questione.
- Per tali variazioni si farà riferimento al corso dei cambi ed al costo dei servizi in vigore alla data di pubblicazione del programma.
La nostra quotazione è stata stilata considerando questo rapporto di cambio:
1 euro = 17,5 NAD (dollaro namibiano)

4 - HOTEL E ITINERARI
Per questioni tecnico-organizzative potrebbe succedere che l’itinerario venga invertito o l’ordine delle visite modificato, che gli operativi aerei siano variati o che un hotel possa essere sostituito con un altro di pari categoria, mantenendo comunque integro il contenuto del viaggio.
Le conferme definitive di hotel e orari volo verranno inviate via mail unitamente a tutti i documenti di viaggio.
VALIDITA’ 20 dicembre 2022
La Namibia è un paese assolutamente unico per la varietà delle specie viventi e delle bellezze naturali che l'adornano e, proprio per le sue innumerevoli sfaccettature, viene denominata il "Diamante d'Africa". Emozionanti safari fotografici e trekking lungo canyon e affascinanti paesaggi semi desertici vi porteranno alla scoperta di una terra selvaggia e senza tempo che conquisterà la vostra anima. È un paese adatto ad essere visitato in maniera indipendente, per questo abbiamo studiato un itinerario che possa darvi la possibilità di scoprire i grandi spazi della Namibia, i suoi paesaggi e colori mutevoli ed affascinanti, in maniera quasi autonoma. Noi vi forniremo veicoli 4x4 adatti a qualsiasi tipo di terreno, robusti e confortevoli comprensivi della seconda ruota di scorta e delle massime coperture assicurative (anche eventuali danni al parabrezza e ai penumatici) e prenoteremo per voi i lodges e gli hotel, scegliendo strutture graziose, situate in punti strategici, con budget di spesa medio. Il nostro itinerario non è un “must” ma solo un insieme di indicazioni e suggerimenti maturati in anni di esperienza, che voi potrete modificare ed adattare a vostro piacere. Vi daremo poi moltissime informazioni, le più disparate e tutto quello che potrà essere utile nel vostro viaggio.
Riceverete tutti i documenti di viaggio ricchi di informazioni, in modo che abbiate tempo di visionare il materiale prima della vostra partenza. Ma riceverete anche degli “strumenti” che vi saranno molto utili per il viaggio:
•    Una APP per IOS e ANDROID su cui potrete vedere il programma giornaliero del vostro itinerario digitale, con tutti i dettagli, numeri di telefono delle strutture di pernottamento, etc
•    Una cartina dettagliata della Namibia comprensiva di indicazioni di chilometraggio dove verrà segnato il percorso di viaggio ed i punti in cui fare rifornimento di benzina
•    Le mappe dettagliate con le indicazioni per raggiungere ogni singolo lodge/guesthouse/hotel che saranno in qualsiasi caso di supporto alle indicazioni chiare e ben visibili che troverete per strada
•    Una SIM card namibiana da inserire in uno dei vostri telefoni in modo da poterci tenere in contatto durante tutta la durata del viaggio, tramite un gruppo Whatsapp
•    Una guida del nostro corrispondente con tutte le informazioni utili in merito al noleggio e alla guida dell’auto, informazioni sui parchi e sulle zone di interesse, sui ristoranti consigliati e numeri di telefono utili


La città di Windhoek è tradizionalmente conosciuta con due nomi: Ai-Gams per i Nama (il nome fa riferimento alle sorgenti calde che un tempo facevano parte della città) e Otjomuise (che significa "posto del vapore") per gli Herero. I primi insediamenti a Windhoek si devono all'acqua delle sue sorgenti calde. A metà dell'800 il Capitano Jan Jonker Afrikaner si insediò vicino a una delle principali sorgenti calde. Windhoek, città dai molti volti è pulsante di vita, opportunità e promesse di avventure, una città multiculturale, caratterizzata dalla tranquilla coesistenza e ampio spazio vitale per la sua gente. Il fascino della città di Windhoek sta nel suo armonioso mix di culture africane ed europee e la cordialità della sua gente. La città è una bomboniera che racchiude strutture color pastello di delicata bellezza, in stile coloniale circondate da giardini e lussureggianti parchi. Molti interessanti edifici e monumenti sono stati conservati quale testimonianza della storia. Alcuni sono rappresentativi del periodo coloniale, mentre altri testimoniano la conquistata indipendenza della Namibia. L'edificio più caratteristico e storico di Windhoek è la chiesa luterana Christuskirche. Progettata da Gottlieb Redecker all'inizio del XX secolo, questa chiesa presenta una inedita ibridazione fra il neogotico e l'art nouveau. I muri sono stati realizzati con una qualità di pietra saponaria tipica della zona. L'altare è decorato con una Resurrezione di Lazzaro copia di un celebre lavoro di Rubens. Alte Feste, il più antico edificio sopravvissuto di Windhoek, risale al 1890-92, e in origine serviva come sede della Schutztruppe; oggi ospita la sezione storica del Museo Nazionale della Namibia, che contiene cimeli e le foto del periodo coloniale e manufatti indigeni.

Attraverso paesaggi che mutano continuamente in un territorio stupefacente e vario: spazi sconfinati e dune che entrano nel mare, paesaggi dolci e poi drammatici e aspri, savane e montagne, raggiungeremo l’accampamento al limite con il deserto del Namib. Il Namib è uno dei più antichi deserti del mondo; conta la veneranda età di 43 milioni di anni e il suo nome significa ‘il nulla’. Si estende per 1600 Km lungo la costa e per altri 500 Km verso l’interno. In nessun altro luogo al mondo esistono paesaggi così desolati e al tempo stesso così affascinanti. 
Ci godremo il tramonto sulle dune assorbendo la visione spettacolare dei colori mutevoli delle dune di sabbia: paesaggi grandiosi, tra i più spettacolari di tutta l'Africa, talvolta addirittura unici.
Il paesaggio della zona di Sossusvlei è caratterizzato da dune di sabbia dai colori intensi, compresi fra il rosa e l'arancione. Tale colorazione è dovuta alla composizione ferrosa della sabbia e alla sua ossidazione; le dune più antiche sono quelle dal colore rosso più intenso. A causa dell'eleganza e della varietà dei suoi paesaggi e dei suoi contrasti di colore, l'area di Sossusvlei è una delle icone della Namibia e uno dei luoghi più fotografati dell'Africa australe. Questa valle dove il fiume Tsauchab scompare tra l’argilla bianca, alla base di alcune tra le dune più alte del mondo, con un’altezza tra 550-600 metri sul livello del mare e una dell’attrazione turistiche più spettacolari della Namibia. Le dune si stendono a perdita d’occhio, e le loro ricche colorazioni variano dall’albicocca pallido e al rosso e arancio vivo. Tre dei punti più belli nella zona di Sossusvlei sono: la Hiddenvlei, la Deadvlei, cosi nominata a causa dei tronchi scheletriti di antiche acacie che si trovano a centro della piana, e Sossuvlei stessa. Durante le buone stagioni delle piogge, il fiume Tsauchab scorre sino a raggiungere la valle, andando a costituire un paradiso per gli uccelli acquatici. Anche durante la stagione secca è possibile vedere orici, antilopi saltanti e struzzi che si nutrono della sparsa vegetazione lungo i corsi d’acqua.
Il fiume Tsauchab, asciutto per gran parte dell'anno, lo ha scavato nella roccia sedimentaria nell'arco di un periodo di circa 15 milioni di anni. In afrikaans, "Sesriem" significa "sei cinghie", e deriva dal fatto che i primi coloni dovevano usare un sistema di sei corregge per estrarre l'acqua dal fondo della gola. In alcuni tratti il canyon è piuttosto stretto (fino a un minimo di 2 m); in questi punti si formano delle pozze d'acqua perenni, da cui gli animali possono bere.

  Walvis Bay è il maggiore porto della Namibia per l’importazione dei prodotti industriali e l’esportazione di rame, piombo ed uranio, ma soprattutto per la pesca oceanica. La città è famosa anche per l’estrazione del salgemma che soddisfa quasi tutto il fabbisogno sudafricano e per la raccolta di guano prodotto dalla nidificazione di migliaia di uccelli marini sull’ isolotto artificiale eretto al largo della costa, e che viene impiegato nella fabbricazione di fertilizzanti. La collocazione ideale della baia come punto d'approdo intermedio sulla via per il Capo di Buona Speranza, e la presenza del frangiflutti naturale costituito dalla lingua di terra chiamata Pellicani Point fece sì che qui sorgessero numerosi insediamenti europei e giustifica la tormentata storia della baia, da sempre al centro di contese internazionali. Caratterizzata da un’atmosfera coloniale prettamente tedesca, la città sorge sulla costa atlantica, in corrispondenza della foce a delta del fiume Swakop, da cui prende il nome ("Swakopmund", in tedesco, significa "foce dello Swakop"). Circondata dal deserto del Namib e dall'oceano, Swakopmund ha un clima temperato, con temperature molto piacevole.
Il 7° giorno, in mattinata ci recheremo a Walvis Bay, dove ci attende una delle più emozionanti escursioni della Namibia, quella di Sandwich Harbour.
Un’escursione fantastica che riserva infinite emozioni e sorprese. Il ritrovo è a Walvis Bay a circa 30 km da Swakopmund, per partire a bordo di un veicolo 4x4 accompagnati da un’esperta guida locale parlante inglese, alla scoperta della laguna di Walvis Bay, con le sue saline che colorano l’acqua, attribuendole fantastiche gradazioni di colore, continuando sul bagnasciuga ed avvicinando fenicotteri rosa, foche, cormorani ed altri uccelli marini.
La meta è Sandwich Harbour, punto in cui la spiaggia si restringe e dove il paesaggio è surreale. Impossibile non restare ammaliati dalla bellezza delle dune che raggiungono la sabbia fino a toccare l’oceano … l’incontro di due elementi così lontani e distanti tra loro: il deserto e l’acqua! Dopo il tempo di fotografare qualcosa di unico, si riparte questa volta “immergendosi” nel giallo delle alte e vertiginose dune del deserto che sovrastano la costa e dal quale si gode di una vista unica ed impagabile.

Il Damaraland, situato fra l'Ovamboland, il deserto del Namib e il deserto del Kalahari, prende il nome dal popolo Dammara che vi abita, una regione arida e montuosa caratterizzata da terreni vasti e aspri le cui montagne sporgono tra ampie pianure sassose che si trasformano in vallate sabbiose, letti di fiume ricoperti di vegetazione e calde, secche vallate con formazioni geologiche bizzarre e colori fantastici. Offre scenari spettacolari ed innumerevoli attrazioni che vanno dalle strane formazioni geologiche e una flora unica alla più grande collezione del Sud Africa di artigianato in roccia antica. Nella zona predominano le arenarie, di colore rossastro e datate dai geologi a oltre 150 milioni di anni fa, che con la vividezza dei colori e le tonalità creano un insolito e inaspettato scenario selvaggio di rara bellezza tra i più panoramici in Namibia. Le distese di pianure erbose dove si innalzano dolci colline di granito, le profonde gole attraversate da fiumi la cui origine risale alla preistoria, mutano man mano trasformandosi in una distesa infinita di affascinanti deserti di sabbia, habitat di elefanti, rinoceronti neri, giraffe e struzzi. Su tutto si staglia il Massiccio del Brandberg, con il picco di Koenigstein (2573 m), il più elevato del Paese.
Twyfelfontein, autentico museo a cielo aperto, dichiarato monumento nazionale per la presenza di incisioni e pitture rupestri risalenti probabilmente a circa 6000 anni fa, ha la più grande concentrazione della Namibia di incisioni su roccia risalenti all’età della pietra. Si ritiene che la maggior parte di queste incisioni, scolpite nella dura patina superficiale dell’arenaria, furono realizzate dai cacciatori San (boscimani). I San ed i Khoi-khoi, antichi abitanti di queste terre, raccontarono le loro avventure sulle pareti rocciose di questa terra ostile: vere e proprie gallerie a cielo aperto ci mostrano questi graffiti che ritraggono leoni, giraffe, elefanti, struzzi e rinoceronti con tutte le gamme del rosso, giallo, ruggine ed ocra. Nelle grotte del Brandberg sono state rinvenute 43.000 incisioni rupestri, le meglio conservate delle quali si trovano nella Tsisab Ravine: la più nota è la “Dama Bianca” che si trova nella grotta di Maack e risale a 16.000 anni fa.
La foresta pietrificata, situata circa 45 km a ovest di Khorixas, è il più grande accumulo di tronchi fossili dell'Africa meridionale. I tronchi sono in un ottimo stato di conservazione e sono stati dichiarati monumento nazionale. L’ampia pianura è cosparsa da tronchi pietrificati lunghi fino a 30 m con una circonferenza di 6 che risalgono a 260 milioni di anni fa. Privi di rami e di radici, si ritiene che siano stati trasportati da una gigantesca alluvione al termine dell’era glaciale. La maggior parte dei fossili, molti dei quali parzialmente sepolti nell’arenaria e altri pietrificati nella silice appartengono a sette differenti tipi di piante del tipo Dadoxylon arberi Seward, una conifera appartenente all'ordine Cordaitales, ora estinto, della classe delle Gymnospermae, a cui oggi vengono classificate le conifere, le cicadacee e le welwitschie, curiosa pianta rara, tipica del deserto del Namib.

Il Parco di Etosha è considerato uno dei “santuari” della fauna africana e con I suoi 22.270 kmq è una delle più grandi aree di protezione del mondo. È uno dei parchi più belli della Namibia ed inoltre la meta ideale per un bel viaggio in famiglia. In questo parco potrete avvistare gli animali simbolo del continente africano e cimentarvi in emozionanti safari fotografici.  Durante la stagione delle piogge la sua superficie si copre di poche centimetri d'acqua divenendo il rifugio di molti acquatici. Ma l'acqua evapora rapidamente trasformando le pozze al margine del Pan in indispensabili fonti di vita nonché in incredibili punti di aggregazione della fauna per la gioia dei fotografi e dei visitatori in genere.
Nel parco Nazionale Etosha i branchi d’animali si muovono liberamente come fanno dagli albori del mondo; l’'Etosha ospita 14 ambienti vegetali, 50 specie di serpenti, 114 specie di mammiferi e 340 specie di uccelli, sia dotati della capacità di volare, come i fenicotteri e le gru coronate, che, arrivando sull’ acqua, che riempie la depressione nella stagione delle piogge, perché attirati dalle alghe blu – verdi, sono protagonisti di uno scenario che lascerebbe tutti a bocca aperta, sia però anche un’ immensa quantità di struzzi, e troviamo anche l’otarda di Kori, il volatile più pesante al mondo. Invece, nell’ambito dei mammiferi possiamo vedere specie particolari tra le quali il dik dik, una sottospecie di cervo, ma anche il rinoceronte bianco e l’elefante africano. Spostandoci più nel mondo della flora, in questo parco africano, possiamo osservare varie tipologie di vegetazione: dagli arbusti nani e aridi, passare per immense praterie, per poi finire in foreste mopane. Un’ esempio di quest’ultime è la Foresta Fantasma di Moringa, dove possiamo notare alberi di baobab e, secondo la leggenda dei San, quando Dio finì di distribuire gli animali e le piante in tutto il mondo, trovò degli alberi dimenticati, e, per decidere dove posizionarli, lanciò loro in aria e questi caddero, impiantando le loro radici nel territorio dell’attuale Etosha National Park. Il Parco è al suo massimo durante la stagione secca, quando grandi branchi d’animali si possono vedere in un contesto di panorami unici e più caratteristici del continente.

NAMIBIA self drive 10 - 25 agosto

Destinazioni Terra Ferma

Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
NAMIBIA self drive 10 - 25 agosto - 3.790 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
ETIOPIA Valle Omo 30 nov - 10 dic. 11 2.980 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
CILE BOLIVIA dal Salar ad Elqui 26 dic. - 7 gen. - 4.950 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
BOTSWANA Photo Safari 5 - 16 novembre - 4.590 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
ARGENTINA magica Puna 6 - 24 marzo - 5.290 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
VIETNAM nord 3 - 17 maggio - 2.790 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
MOZAMBICO ultimo eden 19 giu. - 2 lug. - 4.730 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
SICILIA UnaNessunaCentomila 8 - 15 maggio - 1.350 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
GIORDANIA via dei Nabatei 15 - 22 ottobre 8 2.700 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
MONGOLIA festival delle aquile 11 - 18 settembre - 4.790 € Alta

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi