BOTSWANA Natura Selvaggia

Con le sue vaste savane popolate di animali, questa nazione incarna alla perfezione il mito dell'Africa che si è sempre sognato. Situato nel centro dell’Africa meridionale, privo di sbocchi al mare Il Botswana, è un paese in cui la natura è “padrona assoluta”. Accompagnatore MASSIMO BICCIATO

MANDA RICHIESTA
22 ott. - 2 nov. 4.790 €

BOTSWANA SAFARI Safari Adventures
Natura Selvaggia
dal 22 ottobre al 2 novembre
con Massimo Bicciato
QUOTA BASE 4.790 euro escluso tasse aeree

Il Botswana è uno degli ultimi paradisi naturali, una terra che ha saputo mantenere inalterata la sua autenticità e il suo aspetto più selvaggio: nel suo cuore si cela un angolo di paradiso costituito da canali, lagune ed isole. Penetreremo e pernotteremo all’interno dei parchi, letteralmente nel “wild” alla scoperta di un mondo dove la natura e i suoi abitanti saranno i veri artefici di questa spedizione. Vivremo a stretto contatto con il mondo animale e avremo l’opportunità di osservarlo e fotografarlo da vicino; saranno i maestosi elefanti, ormai in via di estinzione in tutto il resto del mondo a farci capire la fragilità del mondo animale. «Chiunque dica che il leone è il re della giungla si sbaglia, questo titolo è sempre spettato all’elefante» e oggi questo re è in grave pericolo ogni giorno che passa. Dal 2010 al 2012 più di 100mila elefanti africani sono stati massacrati in tutto il continente, per soddisfare il commercio illegale di avorio in Asia. In questa confusione, il Botswana sta diventando velocemente il loro ultimo santuario. Questo paese senza sbocchi sul mare vanta i più imponenti branchi di elefanti liberi in tutta l’Africa e ospita un terzo di tutta la popolazione del continente. Descritto come "il fiume che non incontra mai il mare" il fiume Okavango è sicuramente il luogo imperdibile del Botswana, scompare in un labirinto di lagune, canali e isole, si tratta del più ampio delta interno del mondo, che brulica letteralmente di animali: migliaia di uccelli, elefanti, zebre, bufali, gnu, giraffe, ippopotami e kudu ed i colori che i tramonti regalano sono indimenticabili e difficili da trovare in qualsiasi altra parte del mondo. Il nostro viaggio non sarà certo incentrato solo sugli animali perché intorno a noi ci sarà un mondo che culminerà con la visione delle Victoria Falls.

1° GIORNO  22 ottobre Volo aereo Italia - Addis
2° GIORNO  23 ottobre Volo Addis - Maun. Trasferimento al Sedia hotel (o similari)
3° GIORNO  24 ottobre Maun – Moremi Game Reserve (Campo tendato)
4° GIORNO  25 ottobre Moremi Game Reserve (Campo tendato)
5° GIORNO  26 ottobre Moremi Game Reserve – Savuti (Campo tendato)
6° GIORNO  27 ottobre Savuti (Campo tendato)
7° GIORNO  28 ottobre Savuti – Chobe National Park (Campo tendato)
8° GIORNO  29 ottobre Chobe National Park (Campo tendato)
9° GIORNO  30 ottobre Chobe National Park – Victoria Falls (Bayete Guest Lodge)
10° GIORNO 31 ottobre Victoria Falls (Bayete Guest Lodge)
11° GIORNO 1 novembre Volo Victoria Falls – Addis
12° GIORNO 2 novembre Volo Addis - Italia


VOLO AEREO Ethiopian
22 OTTOBRE Milano - Addis 22.30 – 06.05 (+1)
23 OTTOBRE  Addis - Maun 08.30 – 12.40
1 NOVEMBRE Victoria Falls - Addis 13.05 - 21.40
2 NOVEMBRE Addis - Milano 00.15 – 05.50

QUOTA COMPRENDE
Volo internazionale Ethiopian airlines
3 pernottamenti in lodge a Maun e Victoria Falls B/B
6 notti in campo tendato in F/B
Sono incluse bevande locali, sia alcoliche che analcoliche ed acqua
Tutti i trasferimenti via strada in veicolo fuoristrada adattato ai safari
Cuoco e assistente ai campi
Guida professionale, di lingua inglese, durante le escursioni
Accompagnatore dall’Italia
Ingressi nei parchi e attività indicate
Tasse locali e permessi
Assicurazione turistica, che copre i rischi sanitari e quelli inerenti al bagaglio registrato

QUOTA NON COMPRENDE
Tasse aeroportuali del biglietto aereo 474 euro
Assicurazione annullamento facoltativa 150 euro
Volo elicottero su Okavango 180 dollari (circa)
Visto d’ingresso:
Zimbabwe ottenibile in aeroporto USD 50
Botswana non richiesto ai cittadini europei
Entrate nei parchi ed attività non menzionate nel programma
Pasti aggiuntivi, bevande, extra e mance
Spese extra di carattere personale
Eventuali aumenti nelle tasse dei parchi, di tasse governative ed imposte
Tutto quanto non indicato espressamente nel programma di viaggio

SUPPLEMENTO camera singola 830 euro

BIGLIETTO AEREO
volato con Ethiopian Airlines, prenotato in classe economica dedicata e valorizzato € 530,00. In caso di variazione della classe di prenotazione sarà richiesta l’integrazione della tariffa.

1° GIORNO 22 ottobre ITALIA - ADDIS
Partenza alle 09.30 con volo Ethiopian da Milano a Addis, proseguimento per Maun

2° GIORNO 23 ottobre ADDIS - MAUN
Arrivo a Maun. All’arrivo e trasferimento al Maun lodge. Pomeriggio libero per esplorare i dintorni o per un volo panoramico sul delta dell’Okavango (attività opzionale ed a pagamento). Volare sul delta dell’Okavango è una esperienza straordinaria sia per la visione del paesaggio visto dall’alto ma soprattutto perché da questa posizione ci renderemo conto della vastità di queste zone.
Maun è la porta d’accesso per i grandi parchi del nord. L’accesso al Moremi Game Reserve, forse la più nota e frequentata delle aree protette del Botswana, dista da Maun soltanto 95 km.
Maun (da Makau o Maung, “il luogo delle canne corte”, forse per via della posizione lungo il fiume Thamalakane, sulle cui rive crescono canne e papiri), nonostante l’apparenza di una disordinata cittadina africana moderna, cresciuta in tutta fretta nell’ultimo lustro, vanta una storia molto antica. Già alla fine del 1700, dove oggi sorge la città, c’era un insediamento dell’etnia Yei, che portava il nome di Makau. Durante la dominazione da parte di un gruppo secessionista di Bangwato, separatosi dal regno centrale per motivi di successione al trono, il nome Makau subì una storpiatura linguistica che lo trasformò in Maung. Negli anni successivi al 1880, l’area subì l’invasione degli Ndebele e i Bangwato che la abitavano, vennero spinti verso il delta dell’Okavango. Qui l’avanzata degli Ndebele si arrestò, a causa delle difficoltà opposte dal particolare terreno del Delta, ben conosciuto, invece, dai Bangwato i quali, approfittando della propria familiarità con l’ambiente, riuscirono a contrattaccare, scacciando l’invasore. Nel frattempo, i primi bianchi raggiungevano la zona e, nel 1915, la capitale del regno Bangwato Ba Tawana venne spostata a Maung, così che questa data viene tuttora considerata quella della fondazione della città. Una successiva storpiatura del nome, ad opera dei bianchi, trasformò definitivamente Maung in Maun. Oggi Maun è il centro amministrativo dello Ngamiland e vanta il titolo di terza città più grande del Botswana, nonché capitale del turismo nel paese. Nella città e dintorni la popolazione è ancora in netta maggioranza Ba Tawana, tuttavia, si registra anche la presenza di altre comunità appartenenti a gruppi etnici minori.
Pernottamento al Maun Lodge o similare, camere con servizi privati.

3° e 4° GIORNO 24, 25 ottobre MAUN - RISERVA FAUNISTICA DI MOREMI
Alle ore 7,30 finalmente inizia la grande avventura, con meta la “Riserva Faunistica di Moremi”, per esplorare la fantastica natura selvaggia del Botswana. Trascorreremo due giorni ad ammirare l’impressionante varietà di animali ed uccelli per i quali quest’area è così rinomata, immergendoci in una natura che non ha eguali. Un’escursione a bordo dei tradizionali mokoro, la canoa tradizionale ricavata da un tronco d’albero degli abitanti del Delta, ci farà scivolare dolcemente lungo un affluente del fiume Khwai e potremo goderci in tutta tranquillità la lussureggiante vegetazione che ci circonda. Il percorso attraversa un intricato paesaggio composto da papiri, felci e canne palustri.
La Riserva Moremi è situata nel delta dell’Okavango, il fiume che non incontra mai il mare perché scompare in un labirinto di lagune, canali e isole, fino ad essere assorbito dalle sabbie del deserto del Kalahari. È difficile resistere all’incantesimo di questa natura e dei suoi habitat incontaminati. Gli incantevoli paesaggi della Riserva Moremi, all’estremità orientale del delta, sono considerati i più suggestivi dell’Africa meridionale. Caratterizzata da un forte personalità, la Riserva Moremi vanta habitat naturali molto vari: tra boschi di mopane e acacie, savana, foreste fluviali, pianure alluvionali e corsi d’acqua permanenti, dove vivono iene, leoni, zebre, impala, bufali, leopardi, elefanti e ippopotami.
Pernottamento in campo tendato mobile nella Riserva di Moremi, in area NON attrezzata al campeggio, servizi igienici da campo privati per ogni tenda, con acqua calda.
Trattamento FB (colazione, pranzo e cena inclusi)
Strade e tempi 150 km circa 6 ore, game drive incluso.

5° e 6° GIORNO 26, 27 ottobre RISERVA MOREMI – SAVUTI 
Lasciamo la Riserva Moremi per dirigerci verso la regione di Savuti che, con i suoi suggestivi paesaggi, sarà la nostra prossima destinazione. Savuti si trova a sud del Chobe National Park e prende il nome dal canale che la attraversa, il Savuti Channel ormai secco da quasi 20 anni ha formato vaste depressioni, rendendo il territorio arido e pressoché desertico in molti punti. Lo stagno di Savuti è ciò che resta di un grande lago preistorico, prosciugatosi in seguito a movimenti tettonici. Oggi ad alimentare lo stagno rimane solo il canale di Savuti, il cui flusso d'acqua durante l'anno è fortemente irregolare. La zona vanta una elevata concentrazione di animali e per questo ci sono ottime possibilità di avvistamento, soprattutto nel periodo da novembre ad aprile quando gli animali migrano a Savuti scendendo da nord alla ricerca di nuova erba. Oltre alla grande quantità di elefanti, giraffe, zebre, kudu, gnu, impala e altre specie di antilopi ed erbivori, Savuti è ben nota per la grande quantità di predatori come leoni, iene, sciacalli e licaoni.
Pernottamento in campo tendato mobile nel Savuti (Savuti Main o Zwei Zwei Pan), in area non attrezzata al campeggio, servizi igienici da campo privati per ogni tenda, con acqua calda.
Trattamento FB (colazione, pranzo e cena inclusi)
Strade e tempi 120 km circa 7 ore, game drive inclusi

7° e 8° GIORNO 28, 29 ottobre CHOBE NATIONAL PARK – FIUME CHOBE
Il viaggio prosegue attraversando la regione di Savuti con le sue pianure punteggiate da elefanti fino a raggiungere il fiume Chobe dalle rive serpeggianti, e goderci i safari guidati dal richiamo della maestosa aquila pescatrice africana. Grazie alla costante presenza di acqua, le rive di questo grande fiume sono frequentate da numerosi animali che si possono ammirare con facilità a bordo di piccole imbarcazioni che solcano le scure acque del fiume. E' normale imbattersi in branchi di erbivori e soprattutto in gruppi familiari di elefanti che, verso sera si recano sulle rive del Chobe per dissetarsi e nutrirsi. Le acque del fiume sono abitate da ippopotami e coccodrilli che, grazie all'abilità delle guide, sono facili da avvistare e avvicinare. Un giro in barca lungo il fiume Chobe sarà il modo più entusiasmante per osservare le rare specie di uccelli. Il Chobe National Park, con i suoi 10.698 km2 di superficie è il terzo parco più grande del Botswana e, probabilmente, il più vario (quanto a territorio e ambiente) e più ricco di fauna. L’area che si affaccia sul fiume omonimo, per citare un esempio, vanta la più numerosa popolazione di elefanti dell’intero paese.
DA SAPERE Le attività sono limitate all'interno del parco nazionale, in conformità con le norme e regolamenti governativi: non è permesso guidare fuoristrada, né passeggiate o guide dopo il tramonto.
Pernottamento in campo tendato mobile nel Chobe National Park, in area non attrezzata al campeggio, servizi igienici da campo privati per ogni tenda, con acqua calda.
Trattamento FB (colazione, pranzo e cena inclusi)
Strade e tempi 170 km circa 6 ore, game drive inclusi.

9° GIORNO 30 ottobre CHOBE NATIONAL PARK - VICTORIA FALLS
Dopo colazione effettueremo una crociera di circa 2 ore a bordo di una barca a motore lungo il fiume Chobe, una fantastica opportunità per osservare gli animali dal fiume. Al termine della crociera ci trasferiremo al confine con lo Zimbabwe per poi raggiungere il paese di Victoria Falls dove pernotteremo al Bayete Guest House.

10° GIORNO 31 ottobre VICTORIA FALLS
Dopo colazione visiteremo le affascinanti cascate di Victoria Falls senza dubbio uno degli spettacoli più suggestivi del continente Africano. Le Cascate Victoria, “un luogo creato per gli angeli” come sono state definite dal missionario esploratore inglese David Livingstone la prima volta che le vide, sono una delle sette meraviglie naturali del mondo ed hanno il primato di essere la più vasta massa d'acqua che precipita in cascata - uno spettacolo affascinante e ipnotico. L’enorme massa di acqua che fa un salto di ben 100 metri, mostra tutta l’imponenza della sua energia dando luogo ad un rombo fragoroso e creando un magnifico arco d’acqua che può essere osservato a distanza di varie miglia.
Nel tardo pomeriggio ci imbarcheremo per navigare un tratto del fiume Zambesi godendoci l’ultimo aperitivo al tramonto circondati da un paesaggio molto suggestivo.
Pernottamento al Bayete Guest Lodge o similare.

11° GIORNO 1 novembre volo per ADDIS
Dopo colazione trasferimento in aeroporto per imbarcarci sul volo per Addis dove si arriva in serata.

12° GIORNO 2 novembre arrivo in ITALIA
Partenza da Addis per Italia. Arrivo nelle prime ore del mattino.


massimo bicciato

Sono nato ad Asmara in Eritrea dove ho trascorso una parte della mia infanzia mentre l'altra parte passata in Arabia Saudita dove la mia famiglia viveva stabilmente.
Ho conosciuto l'Italia nel 1969 quando ormai avevo assorbito la cultura di questi luoghi che inevitabilmente avrebbero condizionato il mio modo di essere e la percezione delle cose.
I luoghi dell'infanzia hanno segnato la mia vita a partire dall'irrefrenabile necessità di luce e acqua salata. Il mare è da sempre l'elemento che mi accompagna mentre la luce è la necessità di osservare e conoscere posti nuovi. Terminati gli studi liceali nel 1980, mi sono ritrovato in vacanza in Egitto, sulle sponde incontaminate del Mar Rosso di quegli anni. Avevo ritrovato il mio mare!
Dal 1981 al 1984 ho frequentato l'Istituro Europeo di Design con specializzazione in fotografia pubblicitaria.
Terminati gli studi ho proseguito come docente presso l'Istituro Europeo di Design fino al 1987.
Dal 1987 al 2006 la fotografia di gioiello è stata la mia professione mentre la fotografia subacquea e il reportage una vera passione.
Ho collaborato con le maggiori testate di gioiello e moda in particolare Vogue per i quali ho firmato oltre 100 servizi.
Dal 1989 al 2006 ho firmato i cataloghi still life per conto di Pomellato.
Non ho mai abbandonato le mie passioni fotografiche.
Nel 2013 ho creato il progetto Mille Battute che è diventato anche materia di insegnamento presso l'Istituto Italiano di Fotografia. La fortuna di insegnare è il privilegio più grande che si possa ricevere; trasmettere un concetto per poi essere contraccambiati con moltitudini di idee diverse l’una dall’altra è quanto di meglio si possa desiderare. Insegno per imparare. Viaggio per conoscere.
www.millebattute.com
Oggi viaggio principalmente per terre e fotografo portando con me i preziosi insegnamenti del professionismo unitamente alla passione e non alla costrizione di dover realizzare immagini secondo canoni e tempi ben precisi. Viaggio, fotografo e racconto storie di vita quotidiana e soprattutto mi diverto ancora con la macchina fotografica. Considero il viaggio come uno spostamento inevitabile, a volte come un‘ossessione di cui non poterne fare a meno, assaporando il gusto di oltrepassare i confini che considero semplici linee tracciate solo per necessità.
Faccio in modo di tornare negli stessi luoghi perché ho la certezza di non averli conosciuti e capiti fino in fondo.
www.massimobicciato.com

NOTE TECNICHE

1 – PENALI DI ANNULLAMENTO
Nessun rimborso sarà accordato a chi non si presenterà alla partenza o rinuncerà durante lo svolgimento del viaggio stesso. Così pure nessun rimborso spetterà a chi non potesse effettuare il viaggio per mancanza, invalidità o inesattezza dei previsti documenti personali per l’espatrio.
Rimarranno sempre a carico del viaggiatore il costo individuale di gestione pratica, il corrispettivo di coperture assicurative ed altri servizi eventualmente già resi.
Il calcolo dei giorni per l’applicazione delle penali di annullamento inizia il giorno successivo alla data di comunicazione della cancellazione e non include il giorno della partenza.

PENALI DI ANNULLAMENTO standard
25%   della quota fino a 90 gg di calendario prima della partenza
50%   della quota da 89 a 60 gg di calendario prima della partenza
90%   della quota da 59 a 30 gg di calendario prima della partenza
100% della quota dopo tali termini

Oltre alle previste penali di cancellazione sarà addebitato un importo fisso di 50 euro per la gestione pratica “rinuncia al viaggio”.
Le penali applicate a noi dai singoli fornitori potrebbero in alcuni casi eccedere le “PENALI ANNULLAMENTO standard”. Queste specifiche sono comunicabili, su richiesta, al momento della stipula del contratto di viaggio.
Al momento dell’iscrizione al viaggio sarà possibile stipulare una polizza assicurativa (facoltativa) contro le penali derivanti dalla rinuncia alla partecipazione al viaggio stesso, secondo le condizioni generali previste dalla polizza della Compagnia di Assicurazione scelta. Le condizioni della polizza sono consultabili sul nostro sito e vi verranno inviate via mail.

2 – VOLI AEREI - specifiche
L’orario dei voli è soggetto a riconferma e suscettibile di cambiamenti operativi anche senza congruo preavviso.
La quota di partecipazione al viaggio è stata calcolata includendo il costo del volo con la miglior tariffa disponibile in classe Economy al momento della stesura del programma. Eventuali supplementi tariffari, ove necessari, verranno comunicati in fase di preventivo precedentemente alla stipula del contratto

3 – ADEGUAMENTO VALUTARIO E COSTO CARBURANTE
Il prezzo del pacchetto turistico è indicato nel contratto firmato dal partecipante. Esso può essere modificato fino a 21 giorni precedenti la data di partenza e soltanto a seguito di variazione di:
Costi di trasporto, incluso il costo del carburante.
Tassi di cambio applicati al pacchetto in questione.
Per tali variazioni si farà riferimento al corso dei cambi ed al costo dei servizi in vigore alla data di pubblicazione del programma.

4 – HOTEL E ITINERARI
Per questioni tecnico-organizzative potrebbe succedere che l’itinerario venga invertito o l’ordine delle visite modificato, che gli operativi aerei siano variati o che un hotel possa essere sostituito con un altro di pari categoria, mantenendo comunque integro il contenuto del viaggio.
Le conferme definitive di hotel e orari volo verranno inviate via mail unitamente a tutti i documenti di viaggio.

VALIDITA' 20 febbraio 2024

Creata nel 1963 per proteggere l’incredibile patrimonio faunistico del Delta dalla caccia indiscriminata, la riserva porta il nome del capo Ba Tawana, Moremi III. Con i suoi 4871 km2 di superficie, ricopre circa il 30% del territorio del Delta dell’Okavango, nel quale costituisce l’unica area destinata alla tutela della fauna e dell’ecosistema. Collocata nella zona nord-orientale, la riserva di Moremi presenta il tipico ambiente del Delta, con un territorio che alterna paludi sconfinate, attraversate da canali di acqua dolce, a isole di savana mista a distese erbose. Circa l’80% del territorio è però coperto da foresta di mopane. Nella zona centrale del Moremi, nel cuore del delta, si trova Chief Island, la più grande di queste “isole”, raggiungibile solo con le imbarcazioni. Grazie alla combinazione di acqua permanente, alluvioni stagionali, praterie, foreste fluviali, boschi, questo habitat incredibilmente ricco supporta una varietà e abbondanza di mammiferi e uccelli che non ha eguali nel nord del Botswana. La Riserva Faunistica di Moremi è circondata da aree naturali del Okavango, senza confini tra le concessioni e la riserva della fauna selvatica che consente di spostarsi tra i boschi nella stagione umida quando l'acqua è abbondante e oltre a fiumi permanenti e lagune nella stagione secca.
L'area Khwai è gestita dalla comunità attraverso il Fondo Fiduciario per lo sviluppo del Khwai, Questa zona offre la stessa straordinaria fauna selvatica della riserva. Uno dei principali vantaggi di trovarsi al di fuori della riserva è la libertà di fare safari a piedi e safari notturni, dato che questa zona non è soggetta alle rigide regole della Riserva. Gli incantevoli paesaggi della Riserva Moremi, all’estremità orientale del delta, sono considerati i più suggestivi dell’Africa meridionale.

Le cascate Vittoria si trovano lungo il corso del fiume Zambesi, che in questo punto demarca il confine geografico e politico tra lo Zambia e lo Zimbabwe. Partendo da Città del Capo, l’esploratore inglese David Livingstone scoprì molte terre nuove, discese in piroga il fiume Zambesi e il 16 novembre 1855 giunse alle cascate. Si racconta che il celebre esploratore abbia esclamato: “Solo gli angeli, nei loro volti celesti, possono ammirare cose altrettanto magnifiche”. Poi chiese agli indigeni Ba-Toka, che popolavano la zona, come chiamassero la cascata: gli risposero che il nome era Mo-ku-sa Tunya, che vuol dire “fumo che sale”. Livingstone, traducendo la parola tunya in base al suono, che è simile a quello di thunder (tuono in inglese), le chiamò “acque dal fumo che tuona”. Ma nell’imposizione del nome ufficiale, che è un diritto dello scopritore di terre ignote, volle rendere omaggio alla sua patria e le dedicò alla sua regina: da quel giorno, dunque, il precipizio in cui si getta lo Zambesi si chiamarono “Cascate Vittoria”.
Il flusso dell'acqua sulle cascate varia nel corso dell'anno. La stagione della piena annuale del fiume è da febbraio a maggio, quando il getto può raggiungere un'altezza di oltre 400 metri, è una visione spettacolare dall'alto, ma rende molto difficile osservare le cascate a livello del suolo dato l’enorme acquazzone e la nebbia che si formano. A questi insoliti acquazzoni, che invece di provenire dal cielo, nascono dalla terra, si deve il carattere lussureggiante della vegetazione limitrofa, una vera e propria foresta pluviale in miniatura, ricca di felci, palme e ficus dai tronchi contorti, perennemente irrorata. Il livello dell'acqua inizia a scemare nel mese di agosto fino a raggiungere il livello più basso nei mesi di ottobre-dicembre, quando gran parte della parete rocciosa diventa secca.
Victoria Falls è una città situata sulla riva meridionale del fiume Zambesi, all'estremità orientale delle cascate. È un’incantevole località turistica, facile da esplorare a piedi che offre una vasta gamma di attività: dalla sfida di rafting e bungee jumping al safari per l’avvistamento del maestoso elefante, o seducenti crociere per assistere al tramonto. Ce n'è per tutti.

Il Chobe National Parck con i suoi suggestivi paesaggi, è una straordinaria zona faunistica grazie alla sorgente d'acqua permanente del fiume omonimo. Inoltre la sua vicinanza a Kasane e alle vicine città di Victoria Falls e Livingstone ha stimolato la costruzione di lodge nella zona più remota del delta dell'Okavango, agevolando il turismo attratto dalla straordinaria bellezza di questo territorio e dall’abbondanza di fauna. Durante la stagione secca (maggio - ottobre) gli animali si radunano per abbeverarsi lungo la riva del delta dove la scarsità d’acqua fa si che gli animali si concentrino ancora di più. Una zona conosciuta per l'abbondanza di elefanti, animali predatori, oltre a mandrie di bufali e antilopi.
Durante la stagione delle piogge (novembre - aprile) la fauna selvatica è meno concentrata al fiume, dato che si disperde in tutta l'area del Chobe National Park, seguendo la disponibilità d’acqua che offrono gli stagni nelle vicinanze. Questo facilita la ripresa della vegetazione lungo le rive del fiume distrutta dalle mandrie che vengono attratte nella zona nei mesi secchi. Le piogge estive portano fiori selvatici, affascinanti paesaggi, emozionanti voli di stormi di uccelli e abbondanza di cuccioli, in genere nati intorno a novembre e dicembre. Chobe merita una visita anche solo per i suoi tramonti spettacolari.

Creata nel 1963 la RISERVA MOREMI per proteggere l’incredibile patrimonio faunistico del Delta dalla caccia indiscriminata, la riserva porta il nome del capo Ba Tawana, Moremi III. Con i suoi 4871 km2 di superficie, ricopre circa il 30% del territorio del Delta dell’Okavango, nel quale costituisce l’unica area destinata alla tutela della fauna e dell’ecosistema. Collocata nella zona nord-orientale, la riserva di Moremi presenta il tipico ambiente del Delta, con un territorio che alterna paludi sconfinate, attraversate da canali di acqua dolce, a isole di savana mista a distese erbose. Circa l’80% del territorio è però coperto da foresta di mopane. Nella zona centrale del Moremi, nel cuore del delta, si trova Chief Island, la più grande di queste “isole”, raggiungibile solo con le imbarcazioni. Grazie alla combinazione di acqua permanente, alluvioni stagionali, praterie, foreste fluviali, boschi, questo habitat incredibilmente ricco supporta una varietà e abbondanza di mammiferi e uccelli che non ha eguali nel nord del Botswana. La Riserva Faunistica di Moremi è circondata da aree naturali del Okavango, senza confini tra le concessioni e la riserva della fauna selvatica che consente di spostarsi tra i boschi nella stagione umida quando l'acqua è abbondante e oltre a fiumi permanenti e lagune nella stagione secca.
L'area Khwai è gestita dalla comunità attraverso il Fondo Fiduciario per lo sviluppo del Khwai, Questa zona offre la stessa straordinaria fauna selvatica della riserva. Uno dei principali vantaggi di trovarsi al di fuori della riserva è la libertà di fare safari a piedi e safari notturni, dato che questa zona non è soggetta alle rigide regole della Riserva. Gli incantevoli paesaggi della Riserva Moremi, all’estremità orientale del delta, sono considerati i più suggestivi dell’Africa meridionale.

I BOSCIMANI sono una popolazione africana nomade che un tempo era stanziata in tutta l’Africa meridionale e ora vive nel deserto del Kalahari. Essi rappresentano una etnia molto importante sia dal punto di vista etnico che antropologico. Numerosi aspetti della loro cultura (graffiti, pitture rupestri ecc.), li riallacciano agli uomini del paleolitico superiore. Le tribù boscimane sono note per il profondo legame che mantengono con la loro terra, per la conoscenza intima del mondo naturale e per aver vissuto per millenni in un delicato equilibrio con l’ambiente, un popolo in estinzione, che ha mantenuto intatte caratteristiche genetiche antichissime.

Il CHOBE NATIONAL PARK con i suoi suggestivi paesaggi, è una straordinaria zona faunistica grazie alla sorgente d'acqua permanente del fiume omonimo. Inoltre la sua vicinanza a Kasane e alle vicine città di Victoria Falls e Livingstone ha stimolato la costruzione di lodge nella zona più remota del delta dell'Okavango, agevolando il turismo attratto dalla straordinaria bellezza di questo territorio e dall’abbondanza di fauna. Durante la stagione secca (maggio - ottobre) gli animali si radunano per abbeverarsi lungo la riva del delta dove la scarsità d’acqua fa si che gli animali si concentrino ancora di più. Una zona conosciuta per l'abbondanza di elefanti, animali predatori, oltre a mandrie di bufali e antilopi.
Durante la stagione delle piogge (novembre - aprile) la fauna selvatica è meno concentrata al fiume, dato che si disperde in tutta l'area del Chobe National Park, seguendo la disponibilità d’acqua che offrono gli stagni nelle vicinanze. Questo facilita la ripresa della vegetazione lungo le rive del fiume distrutta dalle mandrie che vengono attratte nella zona nei mesi secchi. Le piogge estive portano fiori selvatici, affascinanti paesaggi, emozionanti voli di stormi di uccelli e abbondanza di cuccioli, in genere nati intorno a novembre e dicembre. Chobe merita una visita anche solo per i suoi tramonti spettacolari.

Le CASCATE VITTORIA si trovano lungo il corso del fiume Zambesi, che in questo punto demarca il confine geografico e politico tra lo Zambia e lo Zimbabwe. Partendo da Città del Capo, l’esploratore inglese David Livingstone scoprì molte terre nuove, discese in piroga il fiume Zambesi e il 16 novembre 1855 giunse alle cascate. Si racconta che il celebre esploratore abbia esclamato: “Solo gli angeli, nei loro volti celesti, possono ammirare cose altrettanto magnifiche”. Poi chiese agli indigeni Ba-Toka, che popolavano la zona, come chiamassero la cascata: gli risposero che il nome era Mo-ku-sa Tunya, che vuol dire “fumo che sale”. Livingstone, traducendo la parola tunya in base al suono, che è simile a quello di thunder (tuono in inglese), le chiamò “acque dal fumo che tuona”. Ma nell’imposizione del nome ufficiale, che è un diritto dello scopritore di terre ignote, volle rendere omaggio alla sua patria e le dedicò alla sua regina: da quel giorno, dunque, il precipizio in cui si getta lo Zambesi si chiamarono “Cascate Vittoria”.
Il flusso dell'acqua sulle cascate varia nel corso dell'anno. La stagione della piena annuale del fiume è da febbraio a maggio, quando il getto può raggiungere un'altezza di oltre 400 metri, è una visione spettacolare dall'alto, ma rende molto difficile osservare le cascate a livello del suolo dato l’enorme acquazzone e la nebbia che si formano. A questi insoliti acquazzoni, che invece di provenire dal cielo, nascono dalla terra, si deve il carattere lussureggiante della vegetazione limitrofa, una vera e propria foresta pluviale in miniatura, ricca di felci, palme e ficus dai tronchi contorti, perennemente irrorata. Il livello dell'acqua inizia a scemare nel mese di agosto fino a raggiungere il livello più basso nei mesi di ottobre-dicembre, quando gran parte della parete rocciosa diventa secca.
Victoria Falls è una città situata sulla riva meridionale del fiume Zambesi, all'estremità orientale delle cascate. È un’incantevole località turistica, facile da esplorare a piedi che offre una vasta gamma di attività: dalla sfida di rafting e bungee jumping al safari per l’avvistamento del maestoso elefante, o seducenti crociere per assistere al tramonto. Ce n'è per tutti.

TENDE E SERVIZI IGIENICI
•    Le tende in dotazione al campo tendato misurano m. 3 x 3 x 1.95H, con zanzariere trattate con repellenti che coprono tutte le finestre e le porte;
•    Sono dotate di comodi letti da campo con materasso e biancheria da letto, asciugamani;
•    Ogni tenda ha servizi igienici privati da campo, situati dietro la tenda e schermati per privacy e sicurezza. Oltre al WC e la doccia, c’è anche un lavabo;
•    Ogni mattina troverete accanto al lavabo una brocca di acqua calda per la toeletta quotidiana;
•    Ogni pomeriggio sarà preparata l’acqua per la doccia. Se lo desiderate sarà preparata anche per la sera, facendone richiesta alla vostra guida.
•    Ogni tenda ha servizi igienici privati da campo, situati nello spazio dietro la tenda, e schermati con un telo di canvas. E’ disponibile la doccia, WC, lavabo.

VEICOLI
I veicoli usati sono tutti fuoristrada, e sono stati appositamente progettati ed adattati per i safari fotografici;
•    Il parabrezza può essere rimosso per migliorare la visibilità;
•    I laterali sono completamente aperti;
•    Il tetto in canvas può essere anch’esso rimosso per permettere maggiore visibilità
•    In caso di pioggia o vento, vengono chiuse le finestre con pannelli in perspex;
•    Su ogni auto c’è un piccolo frigo per riporre le bevande degli ospiti
•    Le pareti laterali si aprono completamente per permettere una più facile salita e discesa dai mezzi
•    Serbatoio di acqua da 120lt
•    Sono disponibili sugli automezzi punti di alimentazione per ricaricare le telecamere a 220V / 2 poli (rotondi). Ricordate di portare gli appositi adattatori;
•    Ogni automezzo, anche se costruito per ospitare 16 partecipanti ne ospita un massimo di 9, così da assicurare un'ottima visibilità, maggiore comodità e spazio personale e un’eccellente mobilità.
•    I rimorchi, contengono ognuno una cucina mobile e spazio per tutte le attrezzature da campeggio e bagagli - una unità completa segue gli automezzi per tutta la durata del safari.
•    È possibile fare il bucato durante il safari. Si fa presente però che questo non sempre è possibile a causa di restrizioni di acqua in alcune zone (il Kalahari Game Reserve e il Delta dell'Okavango). È necessario avere il proprio detersivo e chiedere allo staff una bacinella.


VISTO CONSOLARE
Zimbabwe ottenibile in aeroporto o alla frontiera per i cittadini europei, USD 50
Botswana non richiesto ai cittadini europei

SISTEMAZIONI
Lodge/hotel e campi tendati mobili con servizi privati. Questo viaggio prevede la maggioranza dei pernottamenti in campi tendati mobili, allestiti nei parchi, in aree non recintate e quindi non attrezzate per il campeggio. Si tratta di aree designate dalle Autorità del Parco per effettuare un campeggio mobile.

Le TENDE in dotazione, sono del tipo da safari in spesso canvas, molto ampie, (misurano m. 3 mt. x 3 mt. x 1.95 mt.), con zanzariere trattate con repellenti che coprono tutte le finestre e le porte. Dotate di comodi letti da campo con materasso e biancheria da letto e asciugamani. Ogni tenda ha servizi igienici privati da campo, schermati per privacy e sicurezza. Oltre al WC e la doccia, c’è anche un lavabo.

STAFF

Un cuoco che ci farà assaporare le pietanze cotte sul fuoco vivo, un assistente al campo che si farà carico di tutte le incombenze e, per finire, una eccellente guida professionale certificata.

ELETTRICITA’

Non è disponibile energia elettrica. Durante i trasferimenti si possono ricaricare le batterie delle macchine fotografiche e cineprese usando degli inverter a bordo di ogni veicolo. È quindi necessario munirsi anche di torce e batterie di ricambio.

BAGAGLIO
per questioni logistiche e di spazio siete invitati ad avere un solo bagaglio (preferibilmente un borsone o uno zaino, evitate bagagli rigidi difficili da stivare) di un peso max di 20 Kg oltre ad uno zainetto che porterete con voi.
Per maggiori info sui campi tendati di questo tour:
Info Safari BW Drive&Glamp Standard 2023

Penali per annullamento
I viaggi in Africa Australe sono soggetti ad un regolamento particolarmente restrittivo per quel che riguarda le prenotazioni, conferme ed eventuali penali da annullamento. Vi preghiamo porre particolare attenzione alle seguenti clausole, che variano le nostre “Norme e condizioni generali”
Prenotazioni
Prenotazioni provvisorie verranno mantenute per un periodo massimo di 7 giorni (1 settimana), trascorso tale periodo per la conferma definitiva della prenotazione sarà richiesto il pagamento del 25% a titolo di anticipo, altrimenti la prenotazione verrà cancellata automaticamente.
La conferma della prenotazione sarà effettuata solo dopo aver ricevuto il 25% di anticipo.
 Il saldo del pagamento è richiesto 60 giorni prima della data in cui ha inizio il safari. Una prenotazione effettuata entro 60 giorni dal suo inizio prevede il pagamento per intero della somma del viaggio alla conferma.
Cancellazioni
Tutte le cancellazioni devono essere effettuate per iscritto, e saranno considerate cancellate solo all’atto dell’avvenuto ricevimento della comunicazione scritta da parte dell’organizzatore.
Le cancellazioni saranno soggette alle seguenti penali:
25% se il viaggio viene cancellato dopo la prenotazione.
50% se il viaggio viene cancellato con 30-60 giorni di anticipo.
100% se il viaggio viene cancellato da 29 giorni o meno prima della data di arrivo.
Cambi data
In questo caso non vengono applicate penali, ma la richiesta verrà trattata su base individuale e verranno applicati eventuali costi accessori per emissione biglietti aerei, e spese amministrative, che verranno quantificate di volta in volta
Note generali
I trasferimenti via strada e aerei e le attività sono quotate in base economica, se non diversamente richiesto o specificato. I passeggeri possono richiedere varie soste lungo il tragitto verso una destinazione. La società di trasferimento o charter si riserva il diritto di specificare orari di partenza e di arrivo. Charter privati possono essere richiesti ad un costo aggiuntivo.
I costi sono soggetti a modifica in qualsiasi momento a causa delle fluttuazioni dei costi del carburante, tasse, prelievi, regolamenti governativi, il tasso di cambio e dei fattori che ci vengono addebitati dai nostri fornitori che sono al di fuori del nostro controllo.
Si prega di prender nota che parte dell’Africa Australe è una zona malarica. La profilassi anti-malaria dovrebbe essere iniziata prima della partenza. Si prega di consultare il proprio medico per una consulenza specifica.
Non c'è energia elettrica a quando c’è, è decisamente limitata e senza copertura cellulare nei campi e lodge, escluse le principali città.
Si prega di prender nota che la maggior parte dei campi tendati e dei lodge in Africa Australe non hanno letti matrimoniali. Due letti singoli vengono uniti per fare una stanza matrimoniale.
Anche se si persegue ogni sforzo al fine di aderire al programma concordato, il nostro corrispondente si riserva il diritto di variare, quando ritenuto necessario, l’itinerario e le strutture di pernottamento, in seguito a mutate condizioni o circostanze impreviste.
Si prega di comunicare in anticipo eventuali esigenze dietetiche particolari e / o condizioni mediche.
Desideriamo attirare la vostra attenzione sul fatto che ci sono alcuni rischi in cui si può venire coinvolti quando si fa un safari, ed in particolare:
a) Spesso non ci sono protezioni nella forma di recinti, costruzioni, veicoli dove potersi rifugiare, in caso di circostanze potenzialmente pericolose, che possono originarsi da animali feroci inclusi leoni, iene, bufali, rinoceronti, elefanti, leopardi, ippopotami, coccodrilli, facoceri, etc così come da serpenti velenosi, ragni, insetti e piante che possono incontrarsi nello svolgimento di un safari.
b) Fiumi, laghi e dighe possono contenere la bilarzia, e quindi il fatto di immergersi in queste acque può portare a contrarre malattie
c) L’esposizione al sole, direttamente e/o indirettamente, ed il caldo può portare a colpi di calore, colpi di sole ed ustioni. Si consiglia vivamente di usare adeguate protezioni e di assumere liquidi in quantità sufficienti alla situazione contingente.


BOTSWANA Natura Selvaggia 22 ott. - 2 nov.

Destinazioni Terra Ferma

Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
BOTSWANA Natura Selvaggia 22 ott. - 2 nov. - 4.790 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
ANGOLA tra dune e oceano 28 set. - 14 ott. 17 6.180 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
SVALBARD oltre l'80 parallelo 4 - 14 giugno 11 6.090 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
ERITREA dal cielo al mare 25 apr. - 7 mag. 13 2.490 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
OmoSurma ETIOPIA dal 27 ott. al 10 nov. 15 4.150 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
LADAK sul tetto del mondo 15 - 28 giugno 14 3.980 € Alta
INDIA il mondo invisibile 10 - 22 novembre - 3.300 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
ARGENTINA magica Puna 5 - 23 agosto 19 5.690 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
MAURITANIA dal sahara all'oceano dal 5 al 16 dicembre - 2.630 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
VIETNAM nord 7 - 21 maggio - 2.790 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
ALGERIA magia del Tassili 27 mar. - 5 apr. 10 2.460 € Alta
ALGERIA magia del Tassili 25 sett. - 4 ott. 10 2.460 € Alta

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi