ECUADOR e GALAPAGOS

ECUADOR e GALAPAGOS

Questo viaggio propone una visita completa dell’Ecuador: l’incontro con le parti storiche, i grandi vulcani, la foresta amazzonica, le meravigliose Galapagos per poi concludere con il mercato di Otavalo. Accompagnato da LUCA ARNOLDI

manda richiesta
26 dic. - 9 gen. 3.050 €

GALAPAGOS, ANDE e AMAZZONIA

Foreste, cultura andina, vulcani e il paradiso naturale dell’Oceano Pacifico
dal 26 dicembre al 9 gennaio
quota 3.050 euro ESCLUSO volo internazionale
 minimo 4 massimo 12 partecipanti
accompagnati da Luca Arnoldi

Il viaggio propone una visita completa dell’Ecuador: l’incontro con le parti storiche, con Otavalo, Quito, Ingapirca e Cuenca; le diverse situazioni ambientali e climatiche, dall’Amazzonia alle Ande; i mercati più belli, animati da un folclore intenso. Si percorre l’altopiano dove si ergono grandi vulcani, su cui troneggia il Chimborazo, e si esplora la foresta amazzonica godendo anche del relax di acque termali. Dalla sponda del Pacifico, a Guayaquil, si raggiungono in volo le Galapagos, dove si sosta per quattro notti esplorando le meraviglie naturali delle isole di Santa Cruz, Isabela e Tintoreras.

L’Ecuador offre un ambiente naturale molto speciale ed unico, grazie alla peculiare conformazione della cordigliera andina che qui forma uno splendido altopiano, uno spazio delimitato dai monti che separa l’inestricabile amazzonia dalle fertili regioni occidentali che degradano fino all’Oceano Pacifico.

Il viaggio prevede una visita di 5 giorni alle isole Galapagos ed un itinerario molto ricco nelle regioni andine ed amazzoniche dell’Ecuador, un Paese che sorprende per la diversità della natura e l’interesse storico ed etnico.

Da Quito, la capitale, ci si immerge nell’Amazzonia scoprendone le cascate, i fiumi e le foreste, e, tornando tra le alte vette delle cordigliere, si trovano le acque termali a Baños de Agua Santa. Qui, nella regione dell’Arenal, tra le più ardite vette andine su cui troneggia il Chimborazo con i suoi 6268 metri, si arriva nel paese di Guamote nella giornata del mercato settimanale, dove confluiscono gli sparuti abitanti autoctoni che popolano questa regione, un momento speciale per godere dei costumi tradizionali andini. Oltre Alausì si ammira il sito Inca di Ingapirca e si giunge alla città di Cuenca, gioiello storico coloniale del Paese, e si approda alla costa del Pacifico a Guayaquil. Si raggiungono da qui in volo le isole Galapagos, dove si esplorano le meraviglie naturali delle isole di Santa Cruz, Isabela e Tintoreras per ammirare l’affascinante fauna marina e terreste, con le tartarughe giganti e le miriadi di specie uniche di questo remoto angolo del pianeta. Torneremo in volo a Quito per una visita della città, viva e ricca di strutture coloniali, raggiungeremo poi la vicina Otavalo nella giornata di sabato, quando il famoso mercato è particolarmente vivo.

 

1° giorno 26 dicembre volo per QUITO
2° giorno 27 dicembre QUITO – PUERTO MISAHUALI
3° giorno 28 dicembre PUERTO MISAHUALI – PAILON DEL DIABLO – MANTO DE NOVIA - BANON DE AGUA SANTA
4° giorno 29 dicembre BANON DE AGUA SANTAALTOPIANO DELL’ARENAL – BALBANERA – GUAMOTE – ALAUSI
5° giorno 30 dicembre ALAUSI - INGAPIRCA – CUENCA
6° giorno 31 dicembre CUENCA – GUAYAQUIL 
7° giorno 1 gennaio GUAYAQUIL GALAPAGOS: Isola Santa Cruz (Las Primicias, Las Grietas) 
8° giorno 2 gennaio GALAPAGOS: Isola Santa Cruz (Tortuga Bay, Centro Darwin) 
9° giorno 3 gennaio GALAPAGOS: Isola Isabela (Puerto Villamil, Tintoreras) 
10° giorno 4 gennaio GALAPAGOS: Isola Isabela - Isola Santa Cruz  
11° giorno 5 gennaio SANTA CRUZ – QUITO  
12° giorno 6 gennaio QUITO
13° giorno 7 gennaio QUITOOTAVALO (mercato) 
14° giorno 8 gennaio OTAVALO - volo di rientro  
15° giorno 9 gennaio - arrivo a destinazione  

VOLI AEREI Compagnia del Mar Rosso provvede alla prenotazione dei voli su richiesta dei viaggiatori, ma non obbliga ad utilizzare questo servizio. Chi preferisce può provvedere direttamente all’acquisto dei voli.

QUOTA NON COMPRENDE 
Voli interni in Ecuador per le Galapagos
Trasporti con mezzi privati
Prima colazione e pasti del 27/12
Pernottamenti in camera doppia in B/B
Polizza Medico bagaglio
Escursioni come indicate nel programma
Ingressi nella parte continentale del programma
Presenza di guida italiana nella parte e guide naturalistiche parlanti spagnolo e/o inglese alle Galapagos durante le escursioni.


QUOTA NON COMPRENDE 
Voli intercontinentali
Polizza Annullamento  70 euro
Pranzi e cene tranne quelli indicati in Amazzonia
Bevande (la spesa da prevedere per i pasti oscilla da $ 5 a $ 30)
Ingresso Parco Nazionale delle Galapagos ($ 20 all’imbarco sul volo e $ 100 all’arrivo alle isole)  all’isola Isabela ($ 10)
Taxi acquatici alle Galapagos per lo sbarco dai vascelli al molo ($ 2 circa per trasbordo, in totale circa $ 8 per persona)
Mance e tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.


VOLI Compagnia del Mar Rosso provvede alla prenotazione dei voli su richiesta dei viaggiatori, ma non obbliga ad utilizzare questo servizio. Chi preferisce può provvedere direttamente all’acquisto dei voli.

SUPPLEMENTI
Camera singola 380 euro
con soli 6 partecipanti 50 euro
con 3 partecipanti 150 euro
con 4 partecipanti 200 euro

HOTEL
26/12 Quito Reina Isabel (4*)
27/12 Misahuali Lodge Mariana Miller
28/12 Baños de Agua Santa Posada de Arte
29/12 Alausi hotel El Molino
30/12 Cuenca boutique hotel Carvallo
31/12 Guayaquil hotel Whyndham (4*)
1 e 2/1 Puerto Ayora hotel Coloma
3/1 Puerto Villamil Hostal Tintorerasin
4/1 Puerto Ayora hotel Coloma
5 e 6/1 Quito Reina Isabel (4*)
7/1 Otavalo Hostal Doña Ester

RIFERIMENTO VALUTARIO il prezzo del viaggio è formulato con riferimento al cambio euro - dollaro del 29/7/’22 (Banca d’Italia): € 1 = $ 1.0198, corrispondente al valore in essere al momento della pubblicazione del programma.


26 dicembre volo per QUITO
Per raggiungere Quito, capitale dell’Ecuador, vi sono diverse possibilità di volo; le compagni più utilizzate sono KLM e Iberia. I voli consentono di arrivare nella medesima giornata e all’arrivo si viene accolti da Luca Arnoldi che seguirà i partecipanti fino alla partenza per le Galapagos (NB: se si utilizza un volo diverso da quello del gruppo, che richiedesse il trasferimento in hotel in altri orari, vi è un piccolo extra per l’accoglienza, che può essere ripartito tra chi arriva con questo orario). Utilizzando un mezzo privato ci si trasferisce all’hotel Reina Isabel (4*), situato in centro nel quartiere della Mariscal. Quito, situata a 2850 metri di quota, offre un centro storico di epoca coloniale di grande fascino e bellezza, mentre nella sua parte moderna vi è un ambiente allegro e piacevole, molto internazionale.
(-/-/-)

27 dicembre QUITO – PUERTO MISAHUALI
Si parte verso le 8 del mattino per iniziare l'avventura amazzonica!  Si supera la catena andina orientale con i suoi paesaggi di alta montagna. La strada, asfaltata e comoda, fino a pochi anni fa era sterrata e, anche per questo motivo, alcune province sono ancora relativamente isolate. La meta è Puerto Misahuali, situato 230 km verso sud est lungo le sponde del Rio Napo, che si raggiunge in circa 4 ore e mezza. Qui si alloggia nelle Capanne Reserva Biologica Mariana Millerche, che si trovano in un ambiente di selva amazzonica: capanne in legno, semplici ma dignitose e abbastanza comode (con bagno privato e energia elettrica). Pranzo e cena sono inclusi ed i pasti tradizionali sono preparati dagli abitanti indigeni del vicino villaggio. Prima di iniziare le esplorazioni ci sarà il tempo per sistemarsi. Si viene accompagnati da una guida locale indigena che aiuta a comprendere la misteriosa cultura dell'Amazzonia con informazioni sulle tradizioni e sulle piante medicinali della foresta. Le escursioni previste sono alla portata di persone in normali condizioni fisiche. Nella prima parte faremo un percorso a piedi durante il quale conosceremo alcune piante di grande importanza a livello spirituale, come i grandi ceibo, e altre piante medicinali. Si prosegue verso il fiume Puni, da dove si scende in canoa verso le capanne dove ci sarà la possibilità di ammirare la lavorazione della yucca per preparare la chicha, una bevanda di grande importanza utilizzata nella quotidianità e nei momenti di festa.
(Si ricorda che le escursioni nella foresta possono essere soggette a cambi di programma)
(C/P/C)

28 dicembre PUERTO MISAHUALI – PAILON DEL DIABLO – MANTO DE NOVIA - BANON DE AGUA SANTA
Dopo una abbondante colazione in stile amazzonico partenza verso sud ovest per la cittadina di Puyo (88 km), da dove si prosegue verso ovest risalendo gradatamente verso le valli andine. Lungo il percorso, che offre paesaggi coinvolgenti fra le gole delle montagne, si visitano due cascate che offrono viste spettacolari e passeggiate immersi in una folta vegetazione subtropicale. La prima, Pailon del Diablo, si raggiunge scendendo nel fondo valle per un comodo sentiero che si percorre a piedi in circa 20 minuti; offre la possibilità di essere vista molto da vicino grazie ad alcune terrazze poste proprio a lato della cascata. Ripresa la strada, si effettua, pochi minuti dopo, un'altra sosta per vedere la cascata Manto de Novia; chi lo desidera, se si giunge per tempo, potrà utilizzare una teleferica panoramica che attraversa la valle arrivando proprio sopra alla cascata (costo non incluso). Nel pomeriggio si raggiunge Baños de Agua Santa, a circa 1800 metri di quota, in un ambiente che è ancora semitropicale. È un piccolo centro turistico famoso per le acque termali, con le piscine sono aperte anche la notte, ed è il luogo ideale per riposarsi un po' e godere dell'ambiente ospitale di uno dei numerosi ristorantini. Si alloggia presso la confortevole Posada de Arte, situata nei pressi delle acque termali; la tappa oggi è di 150 km, circa 3 ore.
(C/-/-)

29 dicembre BANON DE AGUA SANTA – ALTOPIANO DELL’ARENAL – BALBANERA – GUAMOTE – ALAUSI
Partenza verso le 8:00. Lasciato alle spalle l'ambiente amazzonico si ritorna sulle Ande e si raggiunge la quota di 4100 mt sull’altipiano dell’Arenal. Il paesaggio è maestoso e dominato dalla vetta della cima più alta dell'Ecuador: il Chimborazo (6268 mt). È una zona di alte montagne abitate da popolazioni a maggioranza indigena che vivono mantenendo uno stile e una cultura ancora molto tradizionale. Lungo la strada si possono incrociare numerosi gruppi di vigogne. Raggiunta la Panamericana, nei pressi della laguna del Colta si sosta per visitare la chiesa dalla Balbanera del XVI secolo, la più antica dell'Ecuador. Questa chiesa ha anche una notevole importanza storica perché al suo interno fu firmata la prima Costituzione della Repubblica dell'Ecuador. Proseguendo, si arriva nella cittadina di Guamote (150 km, circa tre ore e mezza) dove ogni giovedì si tiene il mercato tradizionale indigeno; vi confluiscono gli abitanti autoctoni di questa regione andina con i costumi tradizionali, è molto particolare e bello, con i prodotti dell’agricoltura regionale, oltre a mercanzie d’uso comune (non è turistico). Si raggiunge quindi Alausì (2285 mt) tra scenari di grande bellezza e valli andine intensamente coltivate dalle comunità indigene della provincia del Chimborazo. Ad Alausì, tipica cittadina andina legata alla terra, molte delle case conservano i tratti dell’architettura coloniale spagnola e le vie sono percorse da persone che vestono secondo la tradizione indigena. Pernottamento presso l’hotel El Molino, in stile coloniale, ricavato in una casa storica. Oggi si percorrono in tutto circa 200 km in 4 ore e mezza.
(C/-/-)


30 dicembre ALAUSI - INGAPIRCA – CUENCA
Si prosegue verso sud attraverso spettacolari scenari andini arrivando a Ingapirca, situata a circa 3200 metri di quota (106 km, circa 2 ore e mezza). È il maggior sito archeologico Inca dell’Ecuador, molto particolare il Tempio del Sole a forma ellittica, l’unico con questa struttura costruito nell’Impero Inca. Terminata la visita si continua verso sud per Cuenca, (70 km, un’ora e mezza), una città considerata il gioello coloniale del Paese, situata a 2560 metri di quota.
Pernottamento presso il boutique hotel Carvallo, ubicato nel centro; tempo libero.
(C/-/-)

31 dicembre CUENCA – GUAYAQUIL  
Visita del centro della città di Cuenca, considerata la più bella dell'Ecuador, dove si ammirano la Cattedrale, le chiese di San Sebastian e del Carmen de la Asunciòn, la piazza San Francisco, il quartiere di El Vado, i laboratori dove si produce in forma artigianale il cappello Panama ed il museo etnografico del “Banco Central”. Verso le 14 si parte per Guayaquil attraversando il Parco Nazionale del Cajas e godendo degli ultimi paesaggi andini prima di scendere sulla costa del Pacifico, dove ora si incontrano una natura tropicale e le coltivazioni di cacao, banano e canna da zucchero. Si arriva nell'animata città di Guayaquil dopo circa tre ore e mezza di viaggio verso nord ovest (200 km); si alloggia presso l’hotel Whyndham (4*), che è situato lungo il fiume ed offre la possibilità di una piacevole passeggiata raggiungendo, se lo si desidera, il quartiere storico di Las Peñas. La città negli ultimi 10 anni è stata oggetto di importanti progetti urbanistici; il centro e il lungo fiume sono ora molto accoglienti e interessanti.
(C/-/-)

1 gennaio GUAYAQUIL – GALAPAGOS: Isola Santa Cruz (Las Primicias, Las Grietas)  
Trasferimento in aeroporto accompagnati da una nostra guida locale e volo per le Galapagos; la partenza è tra le 9 e le 11 del mattino, il volo dura circa un’ora e mezza ed il fuso orario farà recuperare un’ora. Arrivo all'aeroporto di Baltra e accoglienza da parte di un nostro incaricato. Lungo il tragitto verso Puerto Ayora si effettua una deviazione visitando l'azienda di Las Primicias dove si possono apprezzare le tartarughe giganti nel loro habitat naturale e visitare i tunnel di lava, particolari formazioni rocciose. Si effettua il tour in compagnia di un nostro autista accompagnatore (non guida). Successivamente si raggiunge Puerto Ayora, la località principale dell’isola di Santa Cruz, dove ci si sistema presso l’accogliente hotel Coloma, a gestione familiare.  Nel pomeriggio si consiglia di raggiungere a piedi la località de Las Grietas; si cammina su un comodo sentiero fra cactus Opuntias e sedimenti lavici e in circa 30 minuti si arriva a Las Grietas, una fenditura di roccia dove l'acqua della collina si mescola con quella del mare e crea delle ottime condizioni per fare un bagno. Il sentiero raggiunge un punto panoramico privilegiato per osservare la baia di Puerto Ayora. Al ritorno chi lo desidera può anche effettuare un bagno nella piccola spiaggia de Los Alemanes.
(C/-/-)

2 gennaio GALAPAGOS: Isola Santa Cruz (Tortuga Bay, Centro Darwin)  
Giornata libera ideale per raggiungere a piedi la splendida spiaggia di Tortuga Bay (circa 45 minuti di cammino su un comodo sentiero). Tortuga Bay offre il meraviglioso ambiente incontaminato di due spiagge di sabbia bianca lunghe circa 2 chilometri che offrono la possibilità di fare il bagno, osservare iguane marine sulla spiaggia e per uscire in kayak (non compreso nella quota) per osservare in mare piccoli squali Tintoreras e le tartarughe marine. Nel corso della giornata si consiglia anche di visitare il Centro Darwin con l’interessante centro informativo e dove si osservano alcune tartarughe giganti centenarie ed iguane terrestri delle Galapagos. Le tartarughe giganti del centro Darwin sono diverse da quelle viste a Las Primicias, provengono da isole differenti da Santa Cruz ed hanno la caratteristica corazza a forma di sella di cavallo.
(C/-/-)

3 gennaio GALAPAGOS: Isola Isabela (Puerto Villamil, Tintoreras)  
Partenza in barca alle ore 7:00 per il trasferimento in mare all’isola di Isabela, che dura circa 2 ore e mezza. A forma di cavalluccio marino, Isabela è la più grande delle isole Galapagos: ha una lunghezza di 100 chilometri ed anche se è straordinariamente bella non è una delle isole più frequentate. Isabela è interessante anche per la sua flora e fauna, diversa delle altre isole. Raggiunta l'isola e la località di Puerto Villamil accoglienza al molo, trasferimento privato e sistemazione presso l’Hostal Tintorerasin, una simpatica pensione non lontana dalla spiaggia. Puerto Villamil offre una piacevole spiaggia lunga alcuni chilometri, ideale per fare il bagno e per passeggiate circondati da una natura incontaminata. Nei pressi del molo si osservano anche numerose iguane marine. Nel pomeriggio escursione nella baia per visitare l'isoletta di Tintoreras (tour incluso nella quota, in compagnia di una guida del Parco Nazionale Galapagos) dove sono numerosi gli avvistamenti di leoni marini, squali Tintoreras, iguane marine e pinguini Galapagos. Successivamente è possibile effettuare una nuotata, (fornita l'attrezzatura: maschera, boccaglio, pinne). L'ambiente di Tintoreras è molto particolare con una vasta presenza di lava color nero che crea uno scenografico contrasto con l'azzurro ed il verde del mare. Ritorno in hotel nel tardo pomeriggio.
(C/-/-)

4 gennaio GALAPAGOS: Isola Isabela - Isola Santa Cruz   
Per trascorre al meglio questa seconda giornata sull'isola di Isabela vi sono varie alternative. Si consiglia di raggiungere a piedi (o in bicicletta, noleggio non incluso nella quota) gli “humedales”, piccole lagune ricche di acqua salata dove si possono osservare fenicotteri, iguane, tartarughe, vari tipi di uccelli. L'ambiente offre l'osservazione di numerose colate laviche e campi di mangrovie che scendono fino al mare. Lungo il percorso, pianeggiante e comodo accanto al mare, si raggiunge anche la “Playa del Amor” dove si possono osservare numerose iguane marine e interessanti tunnel di lava che entrano in mare. Si cammina circa 2 - 3 ore immersi in un paesaggio piacevole, pianeggiante e poco faticoso. Per gli amanti del nuoto si consiglia l'escursione a Los Tuneles, è tra le nuotate più belle alle Galapagos e può essere inclusa al momento dell'iscrizione al viaggio con supplemento. Viene fornita l'attrezzatura (maschera, boccaglio, pinne). Si parte al mattino e si torna nel pomeriggio, pranzo tipo spuntino compreso. È molto interessante anche l'escursione a piedi verso la sommità dei vulcani Sierra Negra e Chico; si tratta di un trekking di medio livello della durata di circa 5 ore fra andata e ritorno, che permette di apprezzare gli aspetti geologici e paesaggistici di Isabela. Questi tour possono essere richiesti al momento della prenotazione o possono essere prenotati a Isabela presso le agenzie locali. Nel pomeriggio trasferimento privato al molo e ritorno in barca all'isola di Santa Cruz. Accoglienza al porto di Puerto Ayora e sistemazione nel medesimo hotel.
(C/-/-)

5 gennaio SANTA CRUZ – QUITO   
Al mattino trasferimento privato in aeroporto e volo per Quito, dove si arriva nel pomeriggio tra le 14.00 e le 17.00 ora locale. Si viene accolti dal nostro corrispondente e ci si trasferisce nel medesimo hotel utilizzato all’arrivo.
(C/-/-)

6 gennaio QUITO
Giornata dedicata alla visita di Quito; il centro, ormai perfettamente restaurato è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco. L'atmosfera coloniale riporta agli anni della conquista spagnola: le chiese di Gesuiti e Francescani, le piazze, il palazzo del Presidente della Repubblica. La “Capilla del Hombre” offre l'esposizione di Oswaldo Guayasamin, il più importante artista contemporaneo dell'Ecuador, ed è interessante anche il Museo del Banco Central, con un’esposizione archeologica e di arte delle diverse epoche dell’Ecuador. Prima del tramonto è molto godibile l'escursione con la nuova teleferica che parte non lontano dal centro e sale fino a 4100 mt sul vulcano Pichincha. Serata libera.
(C/-/-)

7 gennaio QUITO – OTAVALO (mercato)  
Si inizia la giornata mettendosi in viaggio verso le 8.00 per la verde provincia di Imbabura, a settentrione della capitale. Lungo il percorso si sosta sulla linea dell’equatore per l’abituale foto di rito; se il cielo sarà limpido, si potranno vedere le cime dei vulcani Cayambe, Imbabura e Cotacachi. Superato il bel lago di San Pablo si arriva ad Otavalo (92 km, circa due ore e mezza di guida), una cittadina interessante in particolare per la Plaza de Los Ponchos, dove si tiene un grande mercato artigianale, particolarmente vivo e frequentato nella giornata di oggi che è un sabato. È molto apprezzato da chi desidera acquistare abbigliamento in lana, gioielli, sculture ed oggetti vari di produzione locale. Nel pomeriggio chi lo desidera può raggiungere con la guida la vicina cascata di Peguche, un’escursione che offre una piacevole passeggiata di circa un’ora. Si alloggia presso l’Hostal Doña Ester, un piccolo hotel nei pressi del mercato.
(C/-/-)

8 gennaio OTAVALO - volo di rientro   
Al mattino, se l'orario dei voli internazionali lo permette, si visita la laguna di Cuicocha, nei pressi di Otavalo: un bel un lago che si è formato all'interno di un cratere vulcanico, ed è interessante visitarlo percorrendo un tratto del sentiero panoramico lungo il cratere. Si torna quindi ad Otavalo per dirigersi all’aeroporto (81 km, un’ora e mezza), dove KLM e Iberia partono nel pomeriggio. (NB: se si utilizza un volo diverso da quello del gruppo, che richiedesse un trasferimento in altri orari, vi è un piccolo extra, che può essere ripartito tra chi parte con questo orario)
(C/-/-)

9 gennaio - arrivo a destinazione   
L’arrivo in Italia è previsto nella giornata di oggi.

Accompagna il viaggio da Quito a Guayaquil Luca Arnoldi. Di origine trentina, Luca vive da oltre 20 anni in Sud America e risiede da lungo tempo in Ecuador dove svolge l'attività di guida e accompagnatore turistico; ha una grande conoscenza del Paese ed è un capo gruppo con molta esperienza. Al rientro dalle Galapagos segue la parte che si svolge tra Quito ed Otavalo Silvana Tamayo, che risiede a Quito ed ha un’ottima conoscenza della regione. Alle isole Galapagos durante le escursioni si dispone di guide naturalistiche parlanti spagnolo e/o inglese; per ogni eventuale necessità Luca potrà comunque essere sempre contattato, telefonicamente o su whatsapp.

Il clima previsto sulle Ande è temperato di giorno (circa 20°) e fresco la sera (circa 10°) con possibilità di clima variabile anche durante la stessa giornata; vestirsi "a cipolla" con indumenti leggeri tenendo a disposizione maglie pesanti o giacche a vento leggere utili in caso di necessità; durante le passeggiate è bene avere a disposizione vestiti adeguati e scarpe leggere da trekking. Nella parte amazzonica le precipitazioni sono piuttosto frequenti e si possono avere temperature massime fino a circa 30°c. Alle Galapagos il clima è mite (circa 25°) con piogge quasi inesistenti, si utilizzano vestiti leggeri sia durante il giorno che la sera, vanno bene scarpe da trekking leggere o da ginnastica e sandali per stare in spiaggia durante le escursioni.
Ci si sposta con mezzi privati nella parte andina e alle isole con i diversi mezzi predisposti per le singole escursioni. Le sistemazioni previste sono tutte ben curate e pulite, anche nel luogo più semplice nella foresta amazzonica si dispone di bagno in camera con acqua calda. Alle isole Galapagos si utilizzano strutture a conduzione famigliare. In Ecuador ed anche nelle isole di Santa Cruz e Isabela c’è un’ampia scelta di ristoranti e locande dove mangiare, con una cucina sia locale che internazionale.

DOCUMENTI
Passaporto necessario, in corso di validità. È possibile guidare con patente italiana per permanenza fino a 90 giorni.

VISTO
Necessario solo per periodi superiori ai 90 giorni di permanenza.

ASSICURAZIONE SANITARIA Da febbraio 2017 una nuova disposizione richiede che ogni turista che voglia entrare in Ecuador necessiti imperativamente di un'assicurazione sanitaria personale che copra l'intera durata del soggiorno nel paese. Il personale di frontiera può rifiutare l'ingresso in Ecuador a qualsiasi turista sprovvisto di un'assicurazione sanitaria.

FUSO ORARIO
CONTINENTALE GMT-5: -6h (rispetto all'ora solare italiana); -7h (rispetto all'ora legale italiana) GALAPAGOS GMT-6: -7h (rispetto all'ora solare italiana); -8h (rispetto all'ora legale italiana)

DIVIETI PARTICOLARI
Non nuotare nei fiumi nella regione amazzonica. Pene molto severe per chi fa uso di droghe.

CARTE CREDITO
Accettate tutte le principali carte (VISA, Mastercard, Diners, American Express). Possibile il prelievo bancomat presso le principali città.

CLIMA
Vi è l'alternarsi di un periodo secco (da aprile a settembre) ad uno delle piogge (da ottobre a marzo). Nella zona andina le temperature medie diurne si aggirano sui 22°C, ma durante la notte possono raggiungere gli 8°C. Le precipitazioni sono particolarmente presenti da ottobre a marzo. Nella parte orientale del Paese vi sono precipitazioni atmosferiche tutto l'arco dell'anno, in particolar modo verso sera. Il periodo relativamente più secco è agosto; l'aria è in ogni caso sempre calda con temperature minime sui 18°C. Sulla costa e alle Isole Galàpagos la stagione delle piogge va da gennaio ad aprile, mentre le temperature variano per tutto l'arco dell'anno da 18°C a più di 30°C.

COMUNICAZIONI
Prefissi dall' ltalia 00593; per l'Italia 0039 Copertura mobile, voce e dati: Conecel GSM 850/ UMTS 850 Movistar GSM 850 Alegro PCS GSM 1900

ELETTRICITA’
120-127V 60Hz. Spine di tipo A (USA a 2 contatti), B (USA a 3 contatti), C (europea a 2 poli) e D (indiana a 3 poli). 120/240V sono presenti nelle aree rurali.

SALUTE
Vaccinazioni obbligatorie nessuna
Raccomandazioni non assumere acqua corrente e non bere latte e bevande di produzione locale, evitare di aggiungere il ghiaccio, Il latte non pastorizzato deve essere sempre bollito, i gelati possono rappresentare un rischio; evitare di consumare cibi crudi; utilizzare creme solari ad alta protezione, munirsi di farmaci di uso personale. Evitare di consumare pasti in luoghi dove l’igiene non è assicurata (chioschi lungo le strade, venditori ambulanti ecc.).

METTERE IN VALIGIA Capi pratici, scarpe comode e/o da trekking e sandali, capi pesanti per la sera e per le stagioni più fredde; costume da bagno, eventuale sacco a pelo, occhiali da sole, cappello, creme solari ad alta protezione, prodotti contro le zanzare ed eventuale zanzariera, collirio, k-way, torcia elettrica, borraccia, cannocchiale, coltellino multiuso, farmaci di uso personale.

ECUADOR e GALAPAGOS 26 dic. - 9 gen.

Destinazioni Terra Ferma

Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
ECUADOR e GALAPAGOS 26 dic. - 9 gen. - 3.050 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
INDIA del SUD 26 dic. - 8 gen. - 3.700 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
ARGENTINA magica Puna 6 - 24 marzo - 5.290 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
VIETNAM nord 3 - 17 maggio - 2.790 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
deserto ALGERIA 2 - 11 aprile 10 2.260 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
MOZAMBICO 19 giu. - 2 lug. - 4.730 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
GIORDANIA 15 - 22 ottobre 8 2.700 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
MONGOLIA festival delle aquile 18 sett. - 3 ott. - 4.790 € Alta

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi