Gazzettino 76 Luglio 2009

Editoriale

Copertina

E’ trascorso un mese dall’incidente di Saint John (Gazzettino maggio ‘09), nel frattempo abbiamo ricevuto molti apprezzamenti ai nostri redazionali pubblicati sul Gazzettino dello scorso mese e su Facebook ma soprattutto, e questo ci ha fatto immensamente piacere, siamo stati contattati da molte persone che ci hanno espresso direttamente i loro pareri. Non era nostra intenzione riproporre lo stesso tema anche questo mese ma, penso che trascorso un po’ di tempo dall’accaduto, ognuno di noi ha avuto modo di riflettere in maniera più razionale e lucida. Non è semplice parlare di un incidente che ha causato la morte di una persona ma purtroppo certi fatti non possono essere dimenticati e tantomeno sottovalutati anche perché inevitabilmente cambieranno il nostro modo di andare sott’acqua. Alcuni di voi che hanno partecipato alle crociere immediatamente successive, ha avuto la sensazione che improvvisamente l’atteggiamento delle guide in barca sia diventato molto più severo rispetto al passato. E’ tutto vero ma inevitabile. Provate a pensare a come è cambiato il comportamento delle guide nella fase finale dell’immersione, quella in cui si incontrano i longimanus. Provate a pensare le difficoltà a fare capire agli ospiti dell’imbarcazione che sarebbe meglio evitare di fare snorkeling nei siti dove si incontrano questi squali e magari essere anche derisi per le parole ovvie che vengono dette e ripetute. Tutti sappiamo bene o pensiamo di sapere cosa fare, ma vi posso assicurare che troppo spesso i breefing e i consigli delle guide vengono sottovalutati. Non bisogna mai dimenticare che questi ragazzi hanno la totale responsabilità degli ospiti a bordo e qualsiasi problema dentro e fuori dall’acqua è sotto il loro controllo.Noi personalmente sulle nostre imbarcazioni facciamo firmare uno scarico di responsabilità per le immersioni dove, negli ultimi tempi sono stati avvistati esemplari di longimanus con regolarità. Ci rendiamo conto che tutto questo potrà sembrare eccessivo o addirittura come qualcuno ha detto “abbastanza ridicolo”. Non vogliamo commentare le opinioni ma rispettiamo ogni pensiero però vi chiediamo di mettervi, una volta tanto, dalla parte di chi nel bene o nel male è responsabile di tutto ciò che succede a bordo. Il nostro intento è sempre quello di offrire la massima qualità nel rispetto delle regole, oggi le nuove disposizioni da parte di H.E.P.C.A (Hurghada Environmental Protection and Conservation) ci consigliano un diverso atteggiamento in acqua come quello di: - non nuotare in acque dove vengono regolarmente avvistati squali longimanus - vietato dare cibo ai pesci - vietato immergersi senza guida subacquea - immergersi ed uscire ridossati alla parete del reef - sconsigliate immersioni notturne nei siti dove vengono regolarmente avvistati squali longimanus - immergersi sempre in gruppoConsigli logici che non precludono nel modo più assoluto la qualità delle immersioni ma soltanto di avere un maggior rispetto per gli animali, per se stessi e per i propri compagni di immersione. Questo mese sul Gazzettino Un Gazzettino particolarmente ricco quello di questo mese con tante notizie e la nascita di una nuova rubrica curata da Marco Bettocchi che ci parlerà di conchiglie nello specifico dei conus quelle bellissime conchiglie che spesso troviamo sotto la sabbia e che raccogliamo incoscienti delle insidie che racchiudono dietro tanta bellezza. Ho avuto modo di conoscere Marco nel corso di una crociera in Arabia Saudita, accompagnato da altri due amici anche loro malacologi ma specializzati in cipree. Sono rimasto impressionato dalla passione che li lega a questo mondo ma soprattutto dalla costanza nella ricerca della conchiglia perfetta. Li ho osservati ma non invidiati, immergersi in apnea a tutte le ore del giorno e della notte con una perseveranza fuori dal comune. L’ultima uscita dall’acqua della giornata era quella delle 11 di notte; avete capito bene ore 23,00. Ore e ore in acqua per cercare una piccola conchiglia. Il conus perfetto! Prima dell’immersione notturna ogni sera Marco ci deliziava con interessantissime lezioni e da qui è nata l’idea di questa nuova collaborazione che mi auguro in futuro possa coinvolgere anche gli amici Mirco e Marco a loro volta collezionisti e profondi conoscitori del mondo delle cipree. Il sito si è ulteriormente arricchito di nuove immagini inserite nella gallery degli itinerari da crociera. Andando a visualizzare le diverse crociere troverete la gallery fotografica e per alcune destinazioni anche un breve video. Lo scorso numero vi avevamo presentato Eccola, la barca a vela con la quale inizieremo a navigare il Mar Rosso a settembre. In questi giorni Eccola ha attraversato l’Atlantico dopo avere mollato gli ormeggi da Brest in Bretagna. Tutto procede alla grande come ci racconta Bobo dal suo diario di bordo. Le proposte AltriMari Top Destination Seychelles dal 17 al 25 ottobre 2009 a bordo di Sea Bird (ultimi 4 posti) Thailandia e Birmania dal 25 dicembre 2009 al 6 gennaio 2010 a bordo di Giamani (ultimi 4 posti) Coco’s Island dal 9 al 23 aprile 2010 a bordo di Undersea Hunter (ultimi 6 posti) Galapagos dal 24 al 31 ottobre 2010 a bordo di Sky Dancer (ultimi 2 posti)


Copertina

Immersioni Marker 13

Mar Rosso

Il Marker 13, poche miglia a nord di Yanbu rientra nella serie di immersioni che vengono effettuate nel corso delle crociere che si spingono fino alla zona nord leggi articolo


Personaggi Marco Bettocchi

Mar Rosso

Collezionista e grande conoscitore di conus, Marco Bettocchi ci introduce in questo mondo raccontandocelo in 4 interessanti puntate. Intanto conosciamo Marco. leggi articolo

Copertina

Copertina

Diario di Bordo Io speriamo che riemergo

Mar Rosso

Sabrina “Pippi” e Daniela ci raccontano le loro emozioni dai Farasan Banks a bordo del Dream Voyager leggi articolo


Biologia Marina CONUS - parte 1

Mar Rosso

A chi non è mai capitato di trovarsi a passeggiare sulla riva del mare e di non aver resistito alla tentazione di chinarsi e raccogliere una conchiglia? Molto spesso le conchiglie racchiudono insidie a noi sconosciute leggi articolo

Copertina

Copertina

Segnalibro Atyaf Fantasmi d'Egitto e Palestina

Mar Rosso

Siamo al Cairo tra il 1967 e il 1968. Nel cuore della sua città moderna e antica, Shagar è tutta concentrata nello studio per la preparazione del magister in Storia egizia. Ma il suo entusiasmo d'un tratto vola via: nei giornali, alla radio, sulla bocca di tutti circolano notizie e discorsi sul Sinai e i soldati dispersi nel deserto. Per gli arabi è stata la seconda grande sconfitta. leggi articolo


Reportage Marsa Alam bianco & nero

Mar Rosso

A trecento miglia da Hurghada è l’ultima frontiera del Mar Rosso egiziano: tanto pesce di passo e stanziale, reef dalle pareti ricoperte di corallo nero, alcionari bianchi e coloratissimi, scorci affascinanti creati dai tagli nella roccia. In una poesia di chiaro e scuro. leggi articolo

Copertina

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi