Gazzettino 116 Dicembre 2013

Editoriale

Copertina

Siamo arrivati al momento delle riflessioni dell'anno che sta per terminare e di quello alle porte, pronto a subentrare con tutte le sue incognite ma anche con quelle speranze che non dobbiamo mai abbandonare. E' doveroso sognare sempre e comunque e credere nelle favole perche' queste possono esistere veramente. Non ci credete? Allora ascoltate la favola di una barca che conoscete bene perche' da diverso tempo fa parte della nostra flotta ed e' stata il riferimento delle crociere in Mar Rosso degli ultimi anni. La barca e' naturalmente il Suzanna; nata agli inizi del 2002, per diversi anni ha navigato nelle acque egiziane prima di puntare la prua ad est, attraversare il Mar Rosso per raggiungere le coste dell'Arabia Saudita. Da quel giorno ha iniziato a navigare su e giu' dai Farasan Banks a Yanbu e poi avanti e indietro tra l'Arabia Saudita e l'Egitto. Anni meravigliosi dove ogni giorno era una scoperta, una emozione, una palpitazione. Improvvisamente la chiusura dell'Arabia e il ritorno in Egitto. Poi un giorno il Suzanna ha cambiato nuovamente rotta e puntato la sua prua verso sud per dirigersi in Sudan ed iniziare un ennesimo pellegrinaggio tra le acque Egiziane, dove navigava da giugno a febbraio e il mare Sudanese dove navigava da febbraio a maggio. Tutto questo senza mai fermarsi, senza mai un lamento, senza mai un interruzione se non per quei due cantieri veloci stagionali che le permettevano di riprendere a pieno ritmo il suo incedere per i mari. Centinaia di miglia ogni settimana, su e giu', avanti e indietro, da est ad ovest da nord a sud, da sud a nord per il Mar Rosso senza nessuna remora. Siamo sempre partiti senza porci il problema di dove saremmo arrivati. Con il Suzanna siamo andati ovunque, abbiamo aperto una infinita' di nuove rotte, basti pensare alle crociere settimanali ai reef del nord in Sudan, basti pensare alle nuove rotte nel sud del Sudan che da impossibili le abbiamo fatte diventare normali. Pensiamo a tutta la zona Saudita a sud di Yanbu fino ad allora totalmente inesplorata. E per finire questa estate insieme ad alcuni di voi ci siamo goduti il Suzanna in una delle sue meravigliose performance partendo dall'Egitto, oltrepassare il confine con il Sudan per andare a cercare il relitto del Levanzo. Una di quelle crociere un po' folli che solo Lei poteva regalarci. Per questi e per molti altri motivi il Suzanna ha scritto pagine straordinarie della nostra e vostra storia subacquea in Mar Rosso. Nelle serate in cui tutte le barche sono all'ormeggio e i capitani si incontrano a parlare delle loro esperienze, il nostro capitan Abdallah e' sempre al centro dell'attenzione perche' lui, nonostante la sua giovane età, e' l'unico che puo' permettersi di parlare di Egitto, Sudan e Arabia Saudita con la massima disinvoltura perche' lui e il suo Suzanna ci sono stati davvero. I suoi racconti sono diventati patrimonio di tutti quei capitani che sognano di navigare un giorno in acque Saudite o in quelle Sudanesi ma sanno che difficilmente potranno andarci. E allora ascoltano in silenzio le storie di Abdallah e del Suzanna e le fanno diventare un po' loro. In queste settimane la barca e il suo capitano hanno concluso l'ennesima stagione in Sudan, ancora inconsapevoli di quale sara' il loro futuro. A malincuore dalla prossima stagione il Suzanna non fara' più parte della nostra flotta. Aldebaran, Horizon e Voyager comporranno la nuova squadra. Ma la morale di tutta questa affascinante storia e' che a differenza di quelle barche che hanno fatto il loro ciclo e finiscono per chiudere la loro attivita' in modo poco glorioso, al Suzanna la favola di Babbo Natale ha voluto regalare una seconda inattesa opportunita'. Non ci credete? Provate a digitare su internet www.aggressor.com/redsea e vi comparira' la foto di una barca che tutti voi conoscete benissimo. Magicamente la scritta Suzanna è stata sostituita con Red Sea Aggressor ben visibile sulla fiancata. Miracoli di Photoshop. Ebbene si, dal prossimo anno il Suzanna entrera' a fare parte della prestigiosa flotta americana conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo. Questa e' la bella favola di una barca chiamata Suzanna. Pensiamo alla sua storia e facciamola un po' nostra e che sia di buon auspicio a tutti noi per questo nuovo anno che sta per iniziare. Salutiamo definitivamente la “mitica” Suzanna per dare il benvenuto al m/y Horizon che la sostituira' per le prossime stagioni. Dai primi di febbraio riprenderemo le crociere nel Mar Rosso Egiziano con M/Y Aldebaran. La barca rossa ha fatto miracoli e anche in questa “annata difficile”, funestata dallo sconsiglio, ha accompagnato centinaia di subacquei  tra Brothers’, Daedalus, Zabargad, St.John e ai relitti del Nord. Vogliamo ringraziare tutto il glorioso equipaggio e le guide per il lavoro svolto con tenacia e professionalità. Una “menzione speciale” per Patrizia che ha affrontato questo anno difficile con il suo sorriso luminoso. Ha saputo dispensare energia ed entusiasmo a tutti gli ospiti di Aldebaran fino all’ultima crociera. Sul fronte del Mar Rosso Sudanese ripartiamo da meta febbraio con il bellissimo M/Y Horizon. Abbiamo definito la programmazione alternando itinerari Nord e Sud inclusi i punti classici di Sha’ab Rumi e Sanganeb. Ci saranno poi 2 partenze speciali “One Way Nord” il 23 e il 30 marzo. Ci saranno inoltre 2 crociere Explorer: Grande Nord partenza 11 maggio dal porticciolo di Mohamed Qol e Profondo Sud partenza 1 giugno. Nel corso delle crociere esplorative verranno realizzati documentari e servizi fotografici con la collaborazione di tutti i partecipanti interessati. Vogliamo segnalare a tutti voi la convenienza di confermare il viaggio in Sudan con largo anticipo per mantenere le tariffe agevolate del volo Emirates via Dubai. Qualora terminasse la disponibilita' del volo Emirates/Fly Dubai potremo offrire l’alternativa della soluzione via Cairo con Sudan Airway che ha spostato la rotazione lunedi come Fly Dubai. Questa soluzione consente una tratta di volo meno prestigiosa ma decisamente più breve e leggermente meno costosa. Lo staff del Sudan sarà ancora una volta capitanato dai mitici Sergio e Hamam, ormai parti integranti della fauna marina Sudanese! La loro professionalita' e profonda conoscenza dei luoghi sono una garanzia per la riuscita delle crociere nel mare piu' bello del mondo! Un  grazie di cuore alle guide: Ahmed, Fausto, Marco, Gianluca, Valerie e agli equipaggi delle imbarcazioni che ci hanno sempre affiancato. Il calendario di SPOT PROJECT è altrettanto fitto di nuove iniziative che potranno accontentare tutti. Abbiamo programmato una partenza al mese cercando di soddisfare tutte le esigenze. Il Komodo Resort sarà per il terzo anno il nostro cavallo di battaglia nei viaggi di ALTRIMARI. Con TERRAFERMA saremo in Eritrea con una sosta alle isole Dahlak il 17 marzo, a fine maggio in Tibet e poi  agosto in Borneo Indonesiano con un viaggio nelle Terre dei Dayak. A ottobre di nuovo in Etiopia nella Valle dell'Omo. Buon nuovo anno a tutti voi cari amici che ogni momento ci rinnovate il vostro apprezzamento per quello che facciamo e per come lo facciamo. Non finiremo mai di ringraziarvi perchè se oggi possiamo continuare a sognare ad occhi aperti è soprattutto per merito vostro.


Copertina

Biologia Marina CORALLO NERO

Mar Rosso

A volte ci imbattiamo in lunghi filari singoli che si protendono nel blu, altre volte in enormi cespugli dai colori cupi. E' il corallo nero, dallo scheletro tenace e amante delle zone d'ombra. Osservandolo con attenzione incontreremo un micromondo di organismi coloniali molto curiosi che vivono sui suoi rami. Di Emilio Mancuso leggi articolo


Immersioni sha'ab Elba Nord

Mar Rosso

Sha'ab Elba fa parte del comprensorio di Elba reef e si trova poco oltre il confine che separa l'Egitto dal Sudan. Qui non si capita per caso ed è per questo che a sha'ab Elba sono davvero pochi i sub che hanno la fortuna di immergersi leggi articolo

Copertina

Copertina

SpotStory FELICITA' SULL'ONDA

Spot Project

Tornare a navigare e ad immergersi nelle straordinarie acque di Raja Ampat a bordo di Aurora e godere della bellezza di questo angolo di paradiso sperduto nelle acque del Borneo Indonesiano. Testo e Foto di Emilio Mancuso leggi articolo


Segnalibro Tempo di Uccidere

Mar Rosso

Tempo di uccidere è il capolavoro di Ennio Flaiano. Un susseguirsi di casi fortuiti crea le condizioni per le avventure del protagonista, un antieroe solitario che diventa prigioniero e schiavo, tanto da arrivare a credere che la propria storia non sia nient'altro che il compiersi di un destino prescritto. Ma non sarà così leggi articolo

Copertina

Copertina

MilleBattute L'UOMO DEL RISCIO'

Mille Battute

La storia dell'uomo del Risciò è la storia di un uomo che pedala in continuazione per le caotiche strade della metropoli.  L'uomo del Risciò è consapevole che questa sarà la sua vita fintanto che le sue gracili ginocchia reggeranno lo sforzo. Testo e Foto di Guido Malara leggi articolo


MilleBattute PESCATORI DI NOSY BE

Mille Battute

La spiaggia nell'isola di Nosy Be ogni mattina si riempie di piroghe pronte a salpare il mare per la solita giornata di pesca. Nasse piene di sogni che rientrano al tramonto con molte speranze e poco pesce ma questo non cambia le abitudini della gente della spiaggia. Testo e Foto di Massimo Bicciato leggi articolo

Copertina

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi