Immersioni

Elphinstone sud
Distanza dalla Costa 5 miglia
Corrente bassa probabilità
Sito Esterno reef affiorante isolato
Visibilità Media da buona a ottima
Sito Sommerso pianoro medio - allungato
Difficoltà Media impegnativa
Inizio Immersione parete madreporica
Interesse arco
Versante sud
Pelagici carangidi, longimanus
Profondità media e max da 20 a 40 metri
Notturna no
Ora Migliore mattino
Snorkelling no

DESCRIZIONE GENERALE
Elphinstone è un reef madreporico dalla forma stretta ed allungata orientato sulla direttrice nord-sud, lungo circa 1 miglio. Si trova 20 miglia a nord di Marsa Alam e 6,5 miglia a est di Marsa Abu Dabbab. Il suo versante meridionale offre un precario ridosso alle imbarcazioni ormeggiate. Capita spesso di incontrare numerosi natanti ancorati in questo stretto spazio che è anche l’unico ridosso disponibile per fronteggiare il vento da nord. Elphinstone Sud, è un’immersione unica nel suo genere per la presenza di un enorme arco naturale dalle dimensioni eccezionali che s’innalza per diversi metri dal fondo.

PIANO IMMERSIONE
L’immersione viene effettuata tuffandosi direttamente dalla barca per portarsi a ridosso della parete esposta ad ovest. Dopo pochi metri di discesa apparirà l’imponente arco con la sua parte superficiale a -25 metri e la base a -55 metri. Il grandioso arco naturale a forma di proboscide è alto circa 8 metri, largo altrettanto e delimita l’estrema punta meridionale del reef. Per apprezzare appieno lo spettacolo dei raggi del sole che attraversano la grotta, è consigliabile immergersi al mattino con la luce proveniente da est, a quell’ora si ammirerà la magia dei fasci di luce che fendono le oscurità e con un po’ di fortuna dal blu compariranno branchi di pelagici e squali ma una volta tanto non saranno loro i protagonisti di questa immersione ma la natura che ha costruito questa meraviglia unica per forma e dimensione. Una volta raggiunta l’apertura della grotta la si attraverserà a ridosso della volta per accedere sul versante opposto. Appoggiato sulla superficie, al centro del passaggio si trova un grosso blocco con i lati ben sagomati tanto da ricordare un parallelepipedo. La leggenda racconta che si tratta della tomba di un Elfo che aveva deciso di farsi seppellire sotto questo magnifico arco, da qui il nome Elphinstone “lo scogio dell’Efo” o addirittura che si tratti del sarcofago di un faraone. A noi piace pensare che esista questa leggenda perché un luogo questo è unico e attraversarlo suscita sempre enormi emozioni. Una volta percorso l’arco si sbucherà sul versante orientale del reef, quello illuminato dal sole. Risalendo si raggiunge il pianoro a -27 metri posto sopra l’arco, dove si sviluppa una straordinaria vita sessile formata da numerose specie biologiche. Seguendo la parete est sul lato sinistro, si potrà concludere l’immersione a bassa profondità dove si trovano anfratti nella roccia abitati da famiglie di pesci corallini. Gorgonie, alcionacei e cespugli di corallo nero tappezzano tutta la parete del reef. Curiosi longimanus si possono incontrare sotto l’ormeggio della barca in pochi metri d’acqua.

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi