Immersioni

Daedalus nord
Distanza dalla Costa 48 miglia
Corrente media probabilità
Sito Esterno reef affiorante margine isola
Visibilità Media da media a buona
Sito Sommerso esteso - circolare
Difficoltà Media media
Inizio Immersione parete madreporica
Interesse pelagico
Versante nord ovest
Pelagici squali martello, grigi, volpe, carangidi
Profondità media e max da 25 a 40 metri
Notturna no
Ora Migliore mattino e ore centrali
Snorkelling no

DESCRIZIONE GENERALE
Blocco madreporico isolato di forma circolare con estensione di circa 400 metri, situato a 50 miglia dalla costa ovest del Mar Rosso Egiziano e circa 100 miglia a sud dalle isole Brother’s. Daedalus reef è un lembo dell'estremità superiore di un antico cratere vulcanico, attorno al quale si è formato l’esteso atollo corallino. Al centro dell’atollo si è generata una piccola isola sulla quale nei primi anni del 1900 gli inglesi vi hanno costruito un faro con relative abitazioni per i faristi che oggi costituiscono l'elemento principale del paesaggio. Un lungo pontile di legno e un secondo di dimensioni più ridotte ormai decadente, collegano il faro con il versante meridionale del reef. Consigliata la visita del faro e l’osservazione dello stupefacente panorama dall’alto. I punti di entrata in acqua su questo versante possono essere effettuati a nord ovest o a nord est in base alla condizione della corrente e quindi alla presenza del pesce.

PIANO IMMERSIONE
Il punto di entrata in acqua più classico è quello posto sul versante di nord ovest che si raggiunge con l’ausilio del gommone mentre le imbarcazioni rimangono ormeggiate sul versante meridionale dell’atollo a ridosso del pontile. Alla profondità di 30 metri si incontra un piccolo pianoro che si protende verso l'esterno. Tenendolo come riferimento lo si lascia alle spalle per portarsi nel blu ed osservare verso il mare aperto da dove potrà improvvisamente comparire il branco di squali martello che staziona normalmente in questa area nei punti di maggiore corrente. Gli squali martello, a dispetto della cattiva reputazione che li circonda, sono in realtà molto timorosi e vengono facilmente spaventati ed infastiditi dalle bolle degli erogatori; sarà quindi importante, una volta avvistato il pesce, mantenersi immobili, evitando la tentazione di andargli incontro. Pena la loro immediata scomparsa. La presenza di squali grigi e squali volpe oltre ai classici branchi di carangidi, barracuda e tonni, saranno il completamento di questa straordinaria immersione.
Una volta terminato il tempo in profondità si potrà proseguire indifferentemente seguendo il versante nord con parete a destra per poi portarsi sul versante orientale del reef oppure con parete a sinistra seguendo il versante ovest. Questa parete è caratterizzata per un lungo tratto dalla presenza di grossi tubi metallici ormai colonizzati da bellissimi alcionari colorati. La zona superficiale è costellata da formazioni di corallo duro e da moltitudini di anfratti all’interno dei quali si incontrano branchi di grugnitori e pesci corallini in genere. La percentuale di possibilità di avvistamenti è veramente elevata al punto che ci si potrà immergere per diversi giorni con ottime possibilità di incontrare negli splendidi animali.

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi