Diario di Bordo

Dal m/y Farouk

Tutto si è svolto in modo sereno, ad iniziare dal viaggio aereo diretto Hurghada. L’affabilità dell’equipaggio e l’esperienza delle guide dello staff Diving World, Gaetano e Ketty, hanno contribuito a rendere la settimana divertente e movimentata, piena di eventi e sorprese. Il M/Y Farouk, un’imbarcazione di 30 mt. dotata di comode cabine doppie con servizi privati, si presta perfettamente sia all’attività subacquea che al relax. Perché in fondo  in fondo queste settimane nel blu devono anche servire a staccare dal ritmo frenetico che si conduce nelle nostre città. Il mare ha poi pensato al resto! Tempo splendido e mare a tavola! Abbiamo raggiunto il profondo sud il secondo giorno di crociera e ci siamo immersi a Sha’ab Maksur nord e sud, due immersioni che lasciano senza fiato per la bellezza del corallo intatto e per la presenza di pesce! Poi la magia di sha’ab Claudio col suo dedalo di grotte sommerse e  Sha’ab Osam con avvistamento del branco stanziale di squali martello! Insomma una vera meraviglia! E pensare che molti di noi prima di partire erano assai perplessi. In mezzo al mare tutto scorre tranquillo e gli eventi della cronaca sono lontani, grazie all’assenza dei media. Al rientro ad Hurghada l’ultimo giorno ci troviamo a contatto improvvisamente col mondo civile, ma sarà poi vero che il mondo “civile” è quello fuori dall’acqua? Una cosa è certa: nelle profondità marine e nei reef del Sud Egitto regna una pace infinita e le persone stesse si sentono rassicurate da quest’armonia primordiale. Rinunciare a questa esperienza sarebbe stato un vero peccato!

Daniele Citterio

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi