Immersioni

Umm Gamar
Distanza dalla Costa 12 miglia
Corrente media probabilità
Sito Esterno reef affiorante margine isola
Visibilità Media da buona a ottima
Sito Sommerso esteso - circolare
Difficoltà Media media
Inizio Immersione pianoro sabbioso / madreporico
Interesse corallino, coralli molli, grotte, pinnacoli
Versante est
Pelagici piccoli carangidi
Profondità media e max da 12 – a 25 metri
Notturna no
Ora Migliore mattino – ore centrali
Snorkelling si all’ormeggio

DESCRIZIONE GENERALE
L’isola di Umm Gamar, che in lingua araba significa “madre della luna”, è il punto d’immersione posto più a nord dell’arcipelago di Hurghada raggiungibile in condizioni di mare calmo in non meno di 1 ora di navigazione. Questa piccola isola, di facile identificazione grazie alla presenza di un piccolo faro, costituisce l'estremità emergente di un vasto reef che si estende da nord a sud per diverse centinaia di metri. Le imbarcazioni potranno ormeggiare presso le boe fisse poste a ridosso del versante meridionale dell’isola. La zona d’immersione più interessante, è quella situata lungo il versante orientale, dove la barriera mostra inaspettate caratteristiche che rendono i fondali di Umm Gamar unici e particolarmente scenografici.

PIANO IMMERSIONE
Ci s’immergerà direttamente dalla barca su un fondale che digrada dolcemente verso il mare aperto posto a -15 metri di profondità e caratterizzato da blocchi madreporici intervallati a chiazze di sabbia corallina. Seguendo la lunga parete orientale in direzione nord, nuotando quindi con la parete a destra, il fondale forma un ampio terrazzo madreporico da cui si elevano quattro torri coralline principali attraversate da profonde e suggestive cavità. La prima torre, posta a pochi metri dal punto d’ormeggio, s’ innalza maestosa verso l’alto da una profondità di -21 metri; con l’aiuto di una torcia si potranno osservare le cangianti colorazioni di diverse specie di gorgonie e una moltitudine di pesci vetro che fluttuano armoniosi e compatti illuminati dalle lame di luce che filtrano attraverso la sommità della grotta. Proseguendo sempre con la parete sulla sinistra, poco dopo s’incontra la seconda torre, distinguibile per un’ampia cavità che si apre a -25 metri di profondità, al cui interno sono presenti esemplari di piccole cernie dalla bocca rossa, pesci vetro, un nutrito branco di Pterois Volitans e, perfettamente mimetizzati i pesci pietra. Sulla sommità del pinnacolo si potranno ammirare voluminose gorgonie ed alcionacei. Sovente intorno a questa torre nuotano branchi di piccoli carangidi che inseguono le loro prede seminando scompiglio tra i piccoli pesci corallini che si rifugiano nelle fenditure del reef. La terza torre, dalla forma più slanciata, è situata poco oltre e presenta un’apertura alla base in prossimità di un plateau sabbioso, ambiente ideale per osservare i pesci coccodrillo mimetizzati nella sabbia e le razze maculate. Per raggiungere la quarta ed ultima torre si seguirà il terrazzo che sale leggermente sino alla profondità di -12 metri; scrutando all’interno delle cavità, appariranno esemplari di Pterois Miles, piccole cernie e gl’immancabili pesci vetro oltre a un’esplosione di piccoli alcionari dalle tinte rosate. Il ritorno in barca verrà effettuato nuotando seguendo il lato destro della parete dove, a quote meno elevate, si ammirerà la ricchezza biologica presente lungo tutta la barriera corallina di Umm Gamar. Le ore migliori per immergersi, sono quelle del mattino o del primo pomeriggio, con la luce del sole che illumina la parete. Nel corso dell’esplorazione delle cavità, è consigliabile non addentrarsi ma sarà sufficiente una torcia per osservare dall’imboccatura della grotta ed evitare di rompere inavvertitamente le fragili formazioni coralline.

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi