Diario di Bordo

La danza dello squalo balena

Le emozioni si leggono, si raccontano, si cercano, si ricordano, ma soprattutto si vivono. Lucien il dancalo trasmette la sicurezza del primo avvistamento. Mi tuffo emozionato, ingurgito acqua salata, soffio con forza e, magicamente tra le bollicine compare il profilo del primo squalo balena. Nuoto con calma, ritmicamente ai colpi delle sue pinne. Raggiungo la sua enorme testa quadrata e individuo il suo piccolo occhio. E' tranquillo, ed io voglio fortemente ricambiare questa euforica serenità che l’essergli accanto mi regala. Il pensiero che mi accompagna è l’urgenza di comunicare la sua bellezza, grazia, eleganza.

Il sale di qualche lacrima si mescola con quello delle gocce di acqua marina. Ognuno di noi ha una persona cara custode dei pensieri intimi che chiedono di essere condivisi. Penso ai nostri ragazzi, a quello che saremo in grado di consegnare loro dopo il passaggio su questa pianeta, al forte desiderio che le nostre emozioni possano un giorno essere anche le loro. Gli squali balena a Djibouti chiedono di essere conosciuti come creature marine e, nel loro silenzio amico, contribuire ad alimentare il richiamo, l’ascolto, che il pianeta blu indirizza verso chi ama il mare.

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi