Immersioni

Gotha el Sharm
Distanza dalla Costa 12 miglia
Corrente bassa probabilità
Sito Esterno reef affiorante
Visibilità Media da media a buona
Sito Sommerso pianoro esteso con torri madreporiche
Difficoltà Media semplice
Inizio Immersione parete madreporica
Interesse coralli molli, gorgonie, corallo duro, grotte
Versante sud sud-ovest
Pelagici tartarughe
Profondità media e max da 0 a 15 metri
Notturna si
Ora Migliore ore centrali, pomeriggio
Snorkelling si

DESCRIZIONE GENERALE
A poco meno di un’ora di navigazione dalla costa di Yanbu si trova il reef di Gotha el Sharm riconoscibile grazie al piccolo fanale che poggia su una grossa base di cemento. Normalmente l’ormeggio delle barche viene effettuato nella parte sud del reef a ridosso di una serie di pinnacoli quasi affioranti. L’immersione di Gotha el Sharm viene effettuata partendo direttamente dalla barca nuotando prima con il reef principale a destra per poi rientrare con il reef a sinistra.

PIANO IMMERSIONE
Scesi in acqua sono ben visibili una serie di pinnacoli madreporici di notevoli dimensioni disseminati su un ampio pianoro sabbioso a 18 metri di profondità. Nuotando seguendo la parete principale a destra, si incontra un primo tratto di poco interesse dove proliferano formazioni di corallo duro. Aggirata la punta, è evidente una grossa torre semiemergente a poca distanza dalla parete. Da qui la parete corallina diventa molto interessante in quanto è la parte più esposta alle correnti. La parete particolarmente frastagliata in questo punto da origine a due profondi anfratti che dalla superficie raggiungono la profondità di circa 15 metri per insinuarsi nel cuore del reef. Sulle pareti sono presenti cespugli di corallo nero e diverse spugne. Osservando le spaccature in controluce si noteranno i raggi del sole penetrare come lame luminose attraverso la roccia. Poco oltre si incontra un vero e proprio balcone roccioso dal quale pendono bellissime gorgonie dalle tinte rosate. Osservando attentamente sul corallo, si potranno incontrare esemplari di nudibranchi. In questo punto il fondale dopo avere formato un balcone sabbioso a 15 metri, scivola digradando fino a circa 30 metri. Non vale la pena di scendere fondi ma è consigliabile concentrare l’attenzione sulla parete, molto più interessante e ricca di vita. Nella fase di rientro nuotando questa volta con la parete a sinistra, si potranno visitare le moltitudini di torri presenti lungo il tragitto. Possibile incontrare qualche tartaruga appoggiata sul fondo sabbioso. Questa è un’immersione che deve essere effettuata in assoluto relax osservando attentamente ogni piccolo spazio. La profondità massima non supera in 25 metri anche se la zona più interessante è la fascia tra i 10 e i 15 metri. Sotto l’ormeggio della barca si trovano moltitudini di torri coralline costellate da belle forme di corallo duro di ogni genere.

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi