Diario di Bordo

Il Grande Fratello

Il “Grande fratello”. No, non pensate male, non vi sto raccontando una storia della nota trasmissione televisiva, vi voglio solo narrare la nostra avventura: crociera alle isole Brothers’.
Proprio d’avventura si parla perché tutto quello che vi aspettate da una crociera sub in Egitto lo potete trovare lì. Così com’è successo a noi, che ormai da quattro anni trascorriamo una settimana in crociera ad agosto e che in questi anni abbiamo navigato da nord a sud del Mar Rosso egiziano, passando dalla crociera dei relitti fino a St John’s. Finalmente le Brothers’!
La nostra avventura comincia a Milano quando, arrivati in aeroporto, scopriamo un ritardo di cinque ore del nostro volo dovuto ad una tempesta di sabbia in Egitto. Inevitabile pensare: se il buongiorno si vede dal mattino… sarà una crociera movimentata visti anche i commenti degli ultimi sub rientrati da quell’itinerario.
1° giorno: Gota Abu Ramada
Al nostro arrivo in barca, ci prepariamo per le tre immersioni della giornata di cui una notturna fenomenale: calamari multicolori, murene fuori tana, un pesce prete, dei pappagalli “in bolla”, paguri ovunque. Dopocena si parte per le Brothers… Una traversata un po’ agitata perché l’abbiamo trascorsa aggrappati con le unghie al letto per non cadere!
2° giorno: Small Brother
Ecco finalmente i due “fratelli” del Mar Rosso. Il mare non è calmo… Tutto secondo i piani perché ci avevano avvisati che questa crociera è adatta a chi, in barca, di problemi non ne ha. Siamo però ormeggiati al piccolo fratello perché il grande, il più atteso, è sovraffollato.
Fatto il briefing e la suddivisione dei gruppi, ci ritroviamo con l’attrezzatura indossata e le pinne in mano pronti per saltare sullo zodiac che ci porterà a goderci la nostra prima immersione: Small Brother Nord. Squali volpe, grigi, tonni. I tre gruppi di subacquei riemergono con molti incontri da raccontare e, nel frattempo, il vento comincia a calare.
Small Brother Est: In una splendida cornice di enormi gorgonie incontriamo tantissimo pesce pelagico e pesci di barriera multicolori. Nel pomeriggio, torniamo a Small Brother Nord per un’immersione, caratterizzata da squali grigi ed un Napoleone gigante che ci segue per buona parte della nostra immersione. Non è finita qui: Eolo ha deciso di riposarsi e, da oggi pomeriggio, ci lascerà in pace per il resto della crociera.
3° giorno: Small Brother
Bellissimo punto di immersione, Small Brother Sud, con splendidi coralli e uno squalo grigio che cattura la nostra attenzione data la sua dimensione. Scopriamo in barca riguardando le nostre riprese video che probabilmente è incinta.
Alcune barche se ne vanno dalla Big Brother, liberando così lo spazio necessario per il nostro ormeggio. Grande Fratello stiamo arrivando…
4° giorno: Big Brother
Contiamo di immergerci sul punto di Big Brother Nord/ relitto del Numidia che conta innumerevoli avvistamenti di squali di ogni tipo e tantissimo pesce di passo, tuttavia la fortissima corrente non ci permette di oltrepassare la punta e ci spinge dall’altro lato dell’isola... Gorgonie giganti, alcionari, murene si susseguono davanti a noi, trasportati dalla corrente. Uno spettacolo! Brothers, è proprio qui che la vita marina si dà appuntamento perché questi due isolotti a sette ore di navigazione dalla costa diventano casa per una varietà incredibile di pesce, partendo dal piccolo pesce di barriera sviluppando la catena alimentare fino ad arrivare a lui: “il Grande Fratello”. Già, così ho chiamato lo squalo martello che “frequenta” la mattina presto la punta sud della grande Brother. Nuota, scrutando la barriera a due metri dalla parete quasi in superficie, davanti a noi subacquei, ormai in sosta di sicurezza, sbalorditi e allo stesso tempo galvanizzati da quella inattesa presenza. La giornata d’immersione prosegue sul relitto del Numidia, dove contiamo cinque squali grigi che sembrano essere di casa e splendidi coralli ormai parte integrante dell’enorme nave.
5° giorno: Big Brother
L’ultima immersione sulle Brothers la dedichiamo al secondo relitto della zona, l’Aida. Una nave poco distante dal Numidia abitata da tantissimi glass fish che arricchiscono i giochi di luce all’interno della struttura. Al rientro verso Hurghada, sostiamo a Panorama Reef. Una tartaruga si lascia riprendere mentre mangia una medusa così come le innumerevoli anemoni semichiuse che mostrano il loro colore più nascosto, un rosso vivo che esalta la livrea dei pesci pagliaccio. La nostra immersione termina riemergendo sotto uno spettacolare tramonto. Dopo una notturna altrettanto affascinante, riprendiamo la rotta per Hurghada.
6° giorno: Giftun
Giftun Drift è l’immersione che chiude la nostra crociera in Mar Rosso. La dimensione delle gorgonie è notevole e i giochi di luce che si creano lasciano un buon ricordo a tutti noi. Le riprese video e le foto scattate durante il viaggio terranno vivo il ricordo della nostra avventura alle Brothers. L’unico scatto che mancherà sarà il suo, quello del Grande Fratello. L’emozione inaspettata di vederlo così vicino e la convinzione di poterlo “catturare” hanno compromesso la buona riuscita delle riprese… Anche per questo motivo, non dimenticheremo mai il Grande Fratello!
Le foto della nostra crociera sono disponibili al sito www.scu-ba.it

Cristiano Bottazzini

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi