Personaggi

Andrea Maggioni

Nonostante le sue origini prettamente milanesi, la passione per il mare in Andrea si insinua ancor prima di quella per la terra. Dall'età di un anno e per i successivi sedici, trascorre le sue vacanze estive in un angolo sperduto della Corsica in compagnia dei genitori. In quelle acque turchesi con i suoi braccioli, nuotava o meglio ancora galleggiava ancora prima di saper camminare. A 10 anni effettua la prima immersione con le bombole di un amico del padre all’interno di quella grande baia della quale conosceva ogni singolo scoglio. Ben presto si dedica all'apnea e alla pesca subacquea che però abbandona rapidamente peraltro con scarsi risultati. Si limita allora a scendere a medie profondità per il puro gusto di stare immerso nel liquido salato ad ammirare i suoi amati fondali mediterranei.
Nel 2001 consegue il primo brevetto sub a Capo Verde e da quel giorno esplode definitivamente la sua passione per il mare!! Tornato in Italia consegue il brevetto advanced e rescue nelle acque del lago di Lecco, “brrrrr che freddo in umida”, e inizia a fare gruppo con i mostri sacri della zona con i quali si ritrova ogni settimana per una immersione diurna e una notturna.



Nel 2002 molla baracca e burattini e parte alla volta della Calabria per la sua prima stagione lavorativa con l'obbiettivo di conseguire quanto prima il brevetto Dive Master. Qui ha la fortuna di conoscere persone fantastiche che riescono a rafforzare in lui ancor di più l’ amore e rispetto per il mare.
Dalla Calabria si trasferisce poi in Toscana all’Argentario dove con lo stesso team di amici affina la propria esperienza edove si ferma per quasi due anni. Finalmente nel 2005 approda in Mar Rosso dove, grazie a una sua "sorella", trova il primo lavoro in acque finalmente più calde e con fondali da mozzafiato. Lavora come video operatore, come guida e consegue anche il brevetto di istruttore che gli apre la strada al meraviglioso mondo delle crociere. “L’unico modo per vivere il mare nella sua totalità”. Dalle classiche crociere del nord a quelle del Sud Egitto, dalle Brothers a Dedalus e Zabargad, in poco tempo tutti i luoghi sacri del Mar Rosso egiziano diventano sempre più familiari e in breve Andrea diventa uno degli accompagnatori più gettonati dalle imbarcazioni da crociera grazie anche alla sua simpatia. Fino a quando, un giorno dello scorso anno, proponiamo ad Andrea di emigrare sull’altra sponda del Mar Rosso, in Arabia Saudita. Il primo tentativo di approdare in quel Mar Rosso tanto ambito fallisce per complicazioni burocratiche, ma le interminabili ore trascorse all’Ambasciata Saudita del Cairo gli serviranno per ambientarsi e conoscere quel “girone dell’inferno” che sono gli uffici del Cairo. Purtroppo ormai la stagione stava terminando e decidiamo di rimandare la partenza per l’Arabia con data da destinarsi. Ci lasciamo con la reciproca promessa di sentirci appena possibile.



A marzo 2008, dopo avere deciso di portare il m/y Veena dall’Egitto in Arabia, ricontattiamo immediatamente Andrea che con lo stesso entusiasmo della volta precedente, ci conferma la sua volontà di partire quanto prima. L’incontro è fissato in aeroporto a Jeddah il 18 aprile, pronti per partire alla scoperta di questo nuovo Mar Rosso. Prima alcune crociere ai Farasan Banks e poi più a nord per scoprire i fondali di Yanbu. Una immersone dietro l’altra ed ecco lentamente aprirsi davanti ai suoi occhi, gli stessi con i quali da piccolo scoprivano i segreti del mare della Corsica, questo meraviglioso Mar Rosso. Guida fissa a bordo del m/y Veena oppure sul Dream Voyager a secondo delle esigenze, oggi Andrea può a tutti i diritti considerarsi tra i maggiori conoscitori dei fondali sauditi. Uno splendido compagno di immersioni con la passione per gli squali e in particolare per i martello. Se ogni tanto vi chiederà, durante i suoi breefing di osservarlo mentre si allontana nel blu, ascoltatelo e vedrete che riuscirà spesso a stupirvi andando cercare quegli splendidi animali che riempiranno di stupore i vostri occhi. Non essendo un gran pianificatore del suo futuro, tutto quello che oggi desidera e lo fa stare bene è continuare ad immergersi ad ammirare e rispettare ogni forma di vita marina, dal più piccolo nudibranco a un branco di squali martello. 

 

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi