Immersioni

Halloween
Distanza dalla Costa 20 miglia
Corrente media probabilità
Sito Esterno reef sommerso
Visibilità Media da buona a ottima
Sito Sommerso stretto con 3 colonne madreporiche
Difficoltà Media semplice
Inizio Immersione dorsale madreporica
Interesse pesce corallino, invertebrati, coralli molli
Versante sud
Pelagici no
Profondità media e max da 8 a 15 metri
Notturna no
Ora Migliore sempre
Snorkelling si

DESCRIZIONE GENERALE
Pochi minuti a est dall'ormeggio di Abu Galawa, si erge un doppio torrione appoggiato su una lunga dorsale posta a -15 metri di profondità. E’ stato chiamato Halloween perché questa semplice immersione è una vera festa di colori e di pesce alla portata di chiunque.

PIANO IMMERSIONE
Scesi in acqua appare subito evidente la dorsale madreporica larga non più di 20/25 metri che poggia ad una profondità non superiore ai -20 metri. Un pinnacolo principale relativamente esteso e altri due di dimensioni inferiori compongono questa immersione tanto semplice quanto straordinaria per la ricchezza di madrepore, alcionacei e pesce corallino. Sulla caduta orientale, a circa -30 metri si trova un piccolo pianoro sul quale è presente una grossa gorgonia solitaria mentre nel blu una moltitudine di pesce bentonico in prevalenza chirurghi e dentici nuotano a grossi gruppi. Partendo dalla torre più grossa, quella esposta a sud, si potrà nuotare inizialmente tenendola sulla sinistra per poi, raggiunta le terza torre, si rientrerà verso l’ormeggio nuotando lungo il versante occidentale sempre con le torri a sinistra. Non è semplice indicare la quantità di spunti interessanti presenti in questa immersione, ci limiteremo a dare alcune indicazioni principali. Tra la torre più grande e il secondo pinnacolo, si forma un passaggio che permette di accedere al versante opposto, qui sulla parete della torre piccola è presente una ampia cavità dove proliferano alcionacei che ricoprono quasi totalmente l’anfratto. Subito dopo una grossa tridacna e una formazione di corallo uva, si trovano appoggiate sulla superficie del passaggio. La terza torre, la più piccola, è rivestita di anemoni con i pagliaccio che peraltro sono presenti un po’ ovunque così come le conformazioni di corallo uva. Questa immersione deve essere effettuata nel massimo relax prestando attenzione ad ogni minimo particolare perché ovunque sarà possibile incontrare qualcosa di interessante. Non bisogna dimenticare, prima di terminare l’immersione, di concludere con una nuotata sul cappello delle torri avvolte da migliaia di piccoli anthyas.

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi