Diario di Bordo

Bambini a Saint John

Nella Pasqua 2002 sono andato per la prima volta nel Mar Rosso. Alla partenza ero molto emozionato ma quella piccola emozione non era niente in confronto a quello che avrei provato più tardi. Anche se non ho fatto tante immersioni mi sono divertito moltissimo: tutti erano simpatici equipaggio compreso ed eravamo su una bellissima barca.
Per quanto riguarda il mare, io ho sempre fatto in estate snorkeling guardando il fondale e alcuni posti mi sembravano stupendi; ma qui ho visto cose che non avrei mai pensato di vedere: pesci di tutti i tipi e dimensioni e un ricchissimo fondale marino con coralli di ogni genere.
Quando poi ho fatto, durante gli ultimi giorni le prime immersioni, ho visto cose ancora più belle rispetto a come le vedevo dal livello del mare:ho visto un relitto che non ho parole per descrivere certo molta emozione: me lo immaginavo ancora che navigava al momento dell'incidente poiché si vedevano chiaramente il bagno esterno, la sala macchine e le altre parti.
Ho visto anche il reef di sha’ab Claudio: c'erano molte razze maculate, era la prima volta che le vedevo, nei passaggi filtravano raggi di luce dalla superficie che creavano bellissimi effetti visivi, ma la ricchezza dei coralli mi ha stupito di più: coralli di diverso tipo con attorno migliaia di piccoli pesciolini a mangiare nelle rocce erano mimetizzati. Pesci come il pesce leone, il pesce balestra, il pesce pappagallo. Era uno spettacolo indescrivibile!
Spero di tornarci l'anno prossimo e ora che ho il brevetto, fare le immersioni in modo da poter vedere da vicino questo splendore di mare.

Da Alessio

Durante le vacanze di Pasqua del 2002 mi è capitata la fortuna di andare con i miei genitori sul Mar Rosso. Ci ero già stato l’anno prima quando avevo preso il brevetto; credevo di aver fatto delle immersioni impareggiabili, durante questa settimana mi sono ricreduto.
Già durante le immersioni del primo giorno ho rivissuto le esperienze dell’anno prima.
La mattina presto del secondo giorno siamo scesi fra enormi gorgonie e grandi varietà di pesci, abbiamo visto un gruppo di quindici piccoli squali di scogliera , dopo un totale sbalordimento, mi sono reso conto di avere uno squalo alle spalle ma questo era molto più grande e molto vicino.
Non sapevo dove guardare , ero contentissimo di stare immerso in quelle meraviglie ed è sempre stato il mio sogno . Dopo questa favolosa immersione ne abbiamo fatte molte altre ed in ognuna di queste abbiamo fatto questi incontri.
Durante il ritorno ci siamo fermati a Dolphin Reef dove non abbiamo fatto immersione ma abbiamo fatto snorkeling accompagnati dai delfini, ce ne erano decine che ci nuotavano intorno.
Un’altra immersione che mi ha veramente colpito è stata quella di Shaab Claudio dove ci sono delle stupende grotte che hanno degli sbocchi in superficie. Quesiti sbocchi creano degli stupendi giochi di luce. Nuotando in queste grotte ho perso il senso del tempo e mi sono divertito a giocare con una razza.
Durante l’ultima immersione ho visitato un relitto ad Abu Galawa.
Che vacanza indimenticabile!!

Da Francesco

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi