MilleBattute

ENDLESS NIGHT

Calma apparente.
Difficile credere che questo pezzo di terra sia teatro di tante guerre e resistenze, martiri e vittime.
Il dolore rinchiuso di questi cuori esplode quando devono ricordare le camere vuote delle loro case, distrutte e ricostruite talmente tante volte da perderne il conto.


Il sorriso che manca di un amico, la speranza negata di un futuro migliore.
Questa è Gaza.
Parlare di guerra, di morti, di privazioni è come discorrere del tempo, è parte concreta dei loro discorsi, di dialoghi lenti e rassegnati.
E’ la normalità.

Un eterno limbo, sconvolto da frammenti di inferno che piovono sulle teste consapevoli dei Gazawi, dove nessuna casa si può considerare al sicuro.
“I would love peace in the whole world. That's what I want.”
Farah si sistema il velo, e guarda il mare.
Quel mare che sogna di attraversare per sentirsi finalmente parte di un altro mondo.

A riva i bambini giocano con le onde, un asino assopito attende ordini mentre due uomini fumando la shisha discutono di calcio.
Le madri urlano ai figli di uscire dall’acqua.
Un pescatore rientra con un misero bottino.
L’appartenenza a questa terra li tiene vivi, uniti e solidi.
La sola certezza.

Testo e Foto di Annamaria Bruni

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi