Immersioni

Abu Hashish
Distanza dalla Costa 1 miglio
Corrente possibile
Sito Esterno reef affiorante margine isola
Visibilità Media molto buona
Sito Sommerso molto esteso - allungato
Difficoltà Media media
Inizio Immersione parete corallina
Interesse coralli duri, pesce corallino
Versante est
Pelagici carangidi, barracuda
Profondità media e max da 8 a 25 metri
Notturna si
Ora Migliore mattino – ore centrali
Snorkelling si, all'ormeggio

DESCRIZIONE GENERALE DEL SITO
Abu Hashish è una piccola isola collocata al limite di una vasta baia a circa 18 miglia a sud di Hurghada. Il nome decisamente particolare le era stato dato in passato quando questa isola veniva usata dai contrabbandieri di hashish e usavano questa isola come deposito della merce. La sua morfologià è molto interessante in quanto una lunga lingua madreporica si estende per circa un chilometro verso sud.
L'immersione si svolge nei fondali di una piccola isola, situata a poca distanza dalla costa meridionale di Hurghada, precisamente a sud del promontorio di Sa'al Hashish. La caratteristica di questo sito è quella di formare, lungo il versante meridionale dell'isola un esteso reef affiorantelungo circa un chilometro di forma triangolare. Al suo interno si trova una vasta laguna dai colori cristallini disseminata di torri madreporiche che si innalzano fino in superficie. Questa laguna viene utilizzata anche come ormeggio sicuro per le barche.  

PIANO IMMERSIONE
Il punto di immersione è situato lungo il versante orientale, dove la barriera corallina presenta una maggiore ricchezza biologica. La parete digrada fino a 15 metri per poi formare un ampio gradino sabbioso che si estende verso il mare aperto. Oltre questo terrazzo si incontra la prima caduta che raggiunge i 25 metri di profondità. E' poi presente una seconda caduta che scivola nel blu profondo.
Prima di tuffarsi è consigliato effettuare una verifica della corrente che normalmente spinge da nord a sud e quindi favorevole. Una volta in acqua ci si porterà verso il drop off alla massima profondità di 25 metri dove incontreremo una serie di caverne e una moltitudine di formazioni madreporiche molto belle, in particolare acropore con i larghi ombrelli che si protendono e formano un intricato habitat nel quale vive una ricca microfauna composta da pesci falco, gobidi e numerosi labridi, per la felicità di tutti gli appassionati di macrofotografia.
Nel blu è possibile incrociare gruppi di carangidi, barracuda e altro pesce pelagico ma la parte più interessante dell'immersione è la parete lungo la quale vivono squali di barriera e diverse specie di pesce corallino. Proseguendo l'immersione si raggiunge l'estremità meridionale dove il fondale si è alzato per portarsi intorno ai 10 metri di profondità. Intorno alla moltitudine di torri coralline, termineremo l'immersione nella massima tranquillità. Qui sono anche ormeggiate le barche.

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi