Immersioni

Marker 44 sha'ab Suflani
Distanza dalla Costa 18 miglia
Corrente alta probabilità
Sito Esterno reef affiorante isolato
Visibilità Media da media a buona
Sito Sommerso pianoro medio - allungato
Difficoltà Media molto impegnativa in caso di corrente
Inizio Immersione pianoro madreporico
Interesse pelagico, grotte
Versante sud
Pelagici squali, martello, barracuda, carangidi, tonni
Profondità media e max da 15 a 40 metri
Notturna no
Ora Migliore mattino – pomeriggio
Snorkelling no

DESCRIZIONE GENERALE
Circa 20 miglia a sud del Marker 39, l’ultimo dei Seven Reef, si incontra il maestoso Marker 44 o Sha’ab Suflani. Di forma allungata e stretta, questo reef lungo circa 2 miglia è esposto in direzione nord - sud. Il versante esterno esposto a nord è di una bellezza strabiliante, si presenta ampio con una vasta piscina naturale con acqua color smeraldo nel centro del reef. Man mano che lo si costeggia navigando verso sud, il reef si assottiglia sempre di più fino a formare una strettissima lingua madreporica che si allarga nella sua parte finale dove è posizionato il fanale del Marker. Prima di immergersi è bene verificare presenza e direzione della corrente spesso molto intensa.

PIANO IMMERSIONE
Il pianoro posto a -30 metri di profondità si sviluppa in direzione sud per circa una cinquantina di metri e presenta una serie di funghi corallini sparsi sulla superficie. Sul versante sud ovest del pianoro, a poca distanza dalla parete principale, è evidente una torre corallina avvolta da alcionacei viola e dalla forma curiosa in quanto sulla sua parte superiore il corallo ha la forma di due grosse orecchie. Sulla cigliata esposta a sud il pianoro si assottiglia fino a creare una punta che digrada su un secondo terrazzo molto piccolo a -55 metri, ricoperto da fruste di gorgonie bianche e alcionacei. Sotto la punta è presente un anfratto dove è facile incontrare squali pinna bianca assopiti. E’ questo uno dei punti dove potranno essere avvistati i branchi di grossi pelagici che sono una presenza quasi garantita in questa immersione, in particolare gli squali martello che si avvicinano curiosi. Le pareti esterne sui due versanti del pianoro sono tappezzate da moltitudini di alcionacei multicolori e ventagli di gorgonie. Nei periodi di corrente intensa si potranno ammirare branchi di barracuda, carangidi e tonni anche loro presenza costante sul pianoro. Terminato il tempo nel blu, si raggiunge la parete principale dove, in corrispondenza con il fanale del Marker a -8 metri di profondità, si trova una grossa formazione di attinie con molti pesci pagliaccio posta di fronte ad una spaccatura nella roccia abitata da gruppi di ombrine. Tutta la parete nella zona superficiale è caratterizzata da innumerevoli anfratti e grotte alcune delle quali potranno essere attraversate.

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi