Immersioni

Sha'ab Maksur nord
Distanza dalla Costa 12 miglia
Corrente media probabilità
Sito Esterno reef affiorante isolato
Visibilità Media da buona a ottima
Sito Sommerso esteso allungato
Difficoltà Media impegnativa
Inizio Immersione pianoro madreporico
Interesse pelagico, coralli molli, gorgonie
Versante nord
Pelagici squali, martello, barracuda, carangidi, tonni
Profondità media e max da 20 a 45 metri
Notturna no
Ora Migliore mattino
Snorkelling no

DESCRIZIONE GENERALE
Sha'ab Maksur si presenta con un reef madreporico di forma allungata posto lungo l’asse Nord Ovest – Sud Est e attraversato in diversi punti da lunghi canaloni trasversali che lo percorrono da una parte all’altra. In lingua araba la parola Maksur significa “spaccato” e da qui il nome al reef. Quella che si svolge in prossimità della punta settentrionale può essere a buon diritto considerata una delle immersioni più interessanti dell’area ma, come tutte le immersioni esposte a nord è spesso limitata dai venti che condizionano l’ancoraggio dell’imbarcazione. Nella maggior parte dei casi l’entrata in acqua avverrà con l’ausilio del gommone mentre la barca sarà comodamente ormeggiata sul versante sud del reef; solo in casi eccezionali di mare piatto, la barca sosterà a nord e quindi ci si potrà tuffare direttamente dal terrazzo di poppa per poi concludere l’immersione seguendo la parete ovest in direzione sud verso l’ormeggio. Sha’ab Maksur si trova 6 miglia a sud di Abu Galawa.

PIANO IMMERSIONE
La punta nord di sha’ab Maksur presenta un primo pianoro di ampie dimensioni esposto a nord che dalla profondità di -25 metri si propende nel blu fino a raggiungere i -30 metri in prossimità della punta. Sulla sua superficie si trovano diverse formazioni madreporiche tra cui acropore ad ombrello mentre ventagli di gorgonie e moltitudini di alcionacei nei giorni di corrente danno vita a vere e proprie cascate colorate e lo avvolgono quasi completamente. Pesci corallini e pelagici di ogni tipo potranno essere avvistati mentre nuotano nel blu, in particolare carangidi e barracuda presenti nei punti di maggiore corrente. Sul versante esposto a nord-est alla profondità di -40 metri è presente un terrazzo di dimensioni ridotte ottimo punto di avvistamento per gli squali che potranno comparire dal blu. Subito sotto il terrazzo si trova una spaccatura passante delimitata da un grosso masso, al suo interno si possono incontrare alcuni squali adagiati sul fondo. Terminata l’esplorazione della grotta, si nuoterà seguendo la bellissima parete ovest in direzione sud tenendola quindi sulla nostra sinistra. E’ consigliabile tenere sempre sotto controllo il mare aperto da dove si potranno materializzare branchi di pesce pelagico, prevalentemente carangidi, barracuda, tonni e con un po’ di fortuna squali grigi e martello, presenze quasi costanti in queste acque soprattutto in condizioni di corrente. Terminato il tempo di permanenza lungo la parete, si risale sul primo terrazzo per proseguire a profondità meno elevate seguendo la parete ovest sulla sinistra. Terminato il tempo di permanenza si risale in superficie dove ci saranno i gommoni ad attendervi.

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi